Esclusa dalla sperimentazione dei monopattini elettrici, Helbiz ricorre al Tar

L'azienda che per prima aveva cercato di sbarcare a Rimini non ha ottenuto la valutazione positiva da parte del Comune

Si preannuncia una battaglia legale sulla micromobilità elettrica riminese dopo che, nella giornata di lunedì, il Comune ha dato il via libera alla sperimentazione affidandola a due società: la Bird Rides Italy e la Lime. Ad essere esclusa è stata la Helbiz che, per prima, aveva portato a Rimini il servizio di noleggio di monopattini elettrici in free-floating innescando così una vera e propria battaglia sul nuovo sistema di mobilità. Una decisione che non è stata gradita dalla società che, per voce del suo Ceo, ha già annunciato una richiesta di accesso agli atti e il ricorso al Tar.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Abbiamo letto le valutazioni e il rating finale che il Comune di Rimini ha dato al servizio di Helbiz - ha dichiarato l'amministratore delegato, Salvatore Palella - e siamo rimasti sorpresi per cui depositeremo una richiesta di accesso agli atti per far chiarezza su questa circostanza. Ad oggi i cittadini di Rimini e di altre città che hanno avuto modo di testare il nostro servizio non ci hanno restituito un giudizio così negativo. Forse perché il servizio lo hanno effettivamente provato. Probabilmente la commissione avrebbe potuto provare la capacità operativa e i monopattini delle aziende partecipanti al bando invece di valutarli sulla carta. Abbiamo aperto la nostra operatività sul territorio per primi, dimostrando tutto il nostro interesse verso la città e per dare modo a cittadini e istituzioni di provare tanto i mezzi quanto la nostra piattaforma tecnologica. La fase di sperimentazione dovrebbe servire proprio a questo, per cui stilare una “pagella” senza user experience è un po’ come valutare Amazon senza aver mai acceso un cellulare o un computer. Abbiamo già investito e tra pochi giorni annunceremo un cospicuo ulteriore investimento in Italia per cui ci rivolgeremo al Tribunale Amministrativo Regionale per fare valere le nostre ragioni. La Riviera Romagnola è un territorio vitale e attrattivo, ci sono molti Comuni con cui stiamo dialogando per cui ci sono molte opportunità per lavorare al servizio dei cittadini, dei turisti e delle strutture ricettive."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • Un locale del Riminese tra i migliori bar d'Italia premiati dal Gambero Rosso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento