menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Estate di super lavoro per la Guardia Costiera di Rimini

Aumentati i controlli e le attività di polizia ma calano sensibilmente i reati. Picco di interventi in mare alla vigilia di Ferragosto a causa della tromba d'aria che ha colpito il litorale riminese. Sul fronte dell'abusivismo "finchè la gente compra sulla battigia, il problema non finirà"

Tradizionale bilancio di fine estate per la Guardia Costiera di Rimini che, nel corso di un incontro, ha tracciato l'esito delle attività svolte durante l'anno lungo la fascia costiera che va da Cesenatico al confine con le Marche. In particolare, sono stati tre gli aspetti sui quali è stato posto l'accento: l'attività di soccorso in mare, i controlli alle imbarcazioni e le operazioni sull'arenile.

L’attività di assistenza alla balneazione ed alla navigazione marittima, nel corso dell’operazione “Mare sicuro”, ha visto il personale della Capitaneria di Porto entrare in azione per soccorrere 14 imbarcazioni e 58 persone oltre a 11 diportisti e 47 bagnanti che rischiavano di annegare mentre, sul fronte dei decessi in spiaggia, la stagione estiva ne ha registrati 30 di cui, 3, per annegamento mentre per tutti gli altri si è trattato di malori con esito fatale. Il grosso degli interventi si è registrato nella settimana di Ferragosto dove, anche a causa delle avverse condizioni meteo e della tromba d'aria che si è abbattuta lungo la costa riminese, è stato possibile verificare l'ottimo funzionamento e coordinazione della macchina dei soccorsi.

Nell’ambito dei controlli finalizzati a garantire il rispetto della legalità in materia demaniale, diportistica e di pesca, si è focalizzata l’attenzione sulla repressione del fenomeno della pesca illegale e della navigazione per fini turistici e commerciali svolta al di là dei limiti consentiti dalle abilitazioni e in carenza delle prescritte dotazioni di sicurezza. In tutto, tra diportistica, pesca, ambiente e traffico mercantile, sono stati effettuati 7240 controlli che hanno portato alla scoperta di 347 illeciti amministrativi e a 7 notizie di reato. Rispetto agli anni precedenti, a fronte di un aumento dei controlli, il numero dei verbali amministrativi contestati all’interno del Compartimento Marittimo di Rimini è risultato in diminuzione. Si tratta di un dato estremamente positivo, in quanto testimonia il percorso attivato di acquisizione di una profonda e solida “cultura del mare” che abbassa la tendenza alla messa in atto di comportamenti illegittimi o illeciti.

Nel settore dell’informazione/formazione sono state promosse numerose iniziative di sensibilizzazione presso istituti scolastici, circoli nautici, nonché presso le strutture ed i mezzi della Guardia Costiera, finalizzate ad evidenziare le regole principali per un corretto uso della spiaggia e del mare, non mancando di dare adeguato risalto al numero blu della Guardia Costiera ed al lavoro svolto dalle Capitanerie di porto al servizio della collettività. Momento di grande dibattito e divulgazione della “cultura del mare” è stato rappresentato dalla giornata sulla “Sicurezza delle spiagge della riviera romagnola” organizzata dalla Capitaneria lo scorso 20 giugno con il contributo della Lega Navale Italiana e con la collaborazione della Federazione Italiana Nuoto, nel corso della quale è stato ampiamente discusso il tema della spiaggia sotto diversi aspetti, tra i quali quello della prevenzione, della vigilanza, dell’ordine pubblico e della sicurezza della vita umana in mare.

Sul fronte dell'abusivismo commerciale in spiaggia, che ha visto la Capitaneria di Porto scendere in campo con due pattuglie al giorno, il bilancio parla di 9 sequestri amministrativi e 33 penali, oltre a 72 ritrovamenti di merce abbandonata, per un valore di circa 5mila euro. Proprio si questo aspetto, il comandante della Capitnaeria di Porto, Pier Carlo di Domenico, ha sottolineato come "finchè la gente compra sulla battigia, il problema non finirà".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Attualità

"Fellini Calls", successo per la tre giorni dedicata al regista premio Oscar

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ragazzino terribile arrestato dopo un'escalation di furti e rapine

  • Cronaca

    La certificazione per l'Isee si può chiedere anche alle Poste

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento