Estate Sicura 2018: schierati 600 carabinieri in tutta la provincia di Rimini

Il Comandante Provinciale dell'Arma, Tenente Colonnello Giuseppe Sportelli: "Tante pattuglie, sia a piedi che automontate, pronte ad intervenire per qualsiasi necessitàT

Con i Carabinieri Allievi Marescialli del 7° corso triennale giunti ieri in Provincia si completa l’articolato dispositivo di controllo del territorio che il Comando Provinciale Carabinieri di Rimini ha messo in campo per la stagione estiva 2018 al fine di contrastare in maniera incisiva le varie fenomenologie di reato ed incrementare la percezione di sicurezza tra i cittadini ed i numerosi turisti che affollano la riviera. Uomini e mezzi, tra cui si ricorda la Jeep Wrangler in servizio alla Compagnia di Riccione ed i due Quooder in uso al Nucleo Radiomobile di Rimini, che il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri ha destinato alla riviera Romagnola per affrontare, con modalità di intervento diversificate, le varie esigenze del territorio.

Lotta allo spaccio di stupefacenti, ai reati predatori commessi lungo la battigia ma anche nelle abitazioni lasciate incustodite per godere di qualche ora di mare, contrasto alla guida sotto l’influenza dell’alcol, fenomeno della prostituzione in strada ed alle varie forme di degrado urbano sono solo alcuni degli obiettivi che il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Rimini, Ten. Col. Giuseppe Sportelli, ha prefissato in sede di rapporto ai militari, riuniti questa mattina presso la sede del Comando di Viale Carlo Alberto dalla Chiesa dove, da alcuni giorni, campeggia una nuova insegna donata all’Arma dal titolare dall’azienda “Neon Rimini” in segno di tangibile riconoscimento per il quotidiano impegno sul territorio dell’Arma dei Carabinieri. Ma, soprattutto, controllo del territorio: dal 26 giugno scorso e fino al 30 agosto, oltre ai militari effettivi al Comando Provinciale, 33 marescialli, 160 carabinieri e, da ieri, 37 Carabinieri Allievi Marescialli garantiscono pattuglie sul territorio da Bellaria a Cattolica, senza tralasciare il territorio collinare ove ci si concentra sul contrasto ai reati predatori. 230 militari di rinforzo che, sommati ai 420 effettivi, garantiscono una presenza continua nell'arco delle 24 ore.

“Lo sforzo maggiore dell’Arma - ha dichiarato il Comandante Provinciale dei Carabinieri, Tenente Colonnello Giuseppe Sportelli - è quello di essere sempre vicina ai cittadini, massimizzando la proiezione esterna al fine di poter intervenire con tempestività, affrontando in maniera professionale le esigenze di legalità prospettateci dalla popolazione. Un’attività capillare sul territorio, che richiede sacrificio ed impegno costante, che grazie ai rinforzi inviati dal Comando Generale viene svolta con ancora maggiore incisività nel periodo estivo. Pertanto continueremo anche per il mese di agosto a perseguire gli obiettivi che ci siamo prefissati, con tante pattuglie, sia a piedi che automontate, pronte ad intervenire per qualsiasi necessità.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

Torna su
RiminiToday è in caricamento