Estate sicura 2019, aumentano i carabinieri sul territorio e calano i reati

Il comandante provinciale dell'Arma, colonnello Sportelli, ha tracciato la rotta per i mesi estivi e presentato il primo bilancio dell'anno

Repressione dei reati, controllo del territorio, abusivismo commerciale, lotta alla prostituzione. Questi sono solo alcuni dei compiti dei carabinieri del Comando Provinciale di Rimini che, per questa estate, possono contare su 235 militari di rinforzo, 5 in più rispetto allo scorso anno. "I rinforzi - ha sottolineato il comandante provinciale dell'Arma, colonnello Giuseppe Sportelli - saranno operativi fino al 30 agosto ed è già iniziata la loro attività operativa. L'incremento dei militari ci permette di schierarli lungo tutta la costa di competenza e, inoltre, aumentare anche l'organico nella Valmarecchia. Quest'anno, oltre ai servizi specifici, organizzeremo anche una serie di blitz mirati in quelle situazioni di dregado, come le colonie abbandonate, o nei parchi pubblici dove bivaccano personaggi sgraditi". Gli obiettivi principali per i prossimi mesi saranno l'ncremento proiezione esterna e attività di pattuglia e perlustrazione; il rafforzamento Stazioni; l'attività di sorveglianza e perlustrazione degli arenili; il controllo luoghi in stato d’abbandono; il contrasto spaccio stupefacenti; il contrasto prostituzione; il controllo luoghi di aggregazione giovanile; i servizi di ordine pubblico; l'incremento del controllo circolazione stradale e il contrasto reati contro il patrimonio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul fronte dei reati commessi in provincia di Rimini, e per i quali procedono nell'88% dei casi i carabinieri, nei primi 6 mesi dell'anno si è registrata una flessione del 20%. "Il crimine è in calo - ha spiegato il colonnello Sportelli - segno che il lavoro di repressione sta funzionando. Dal 1 gennaio al 30 giugno sono stati 6912 i reati commessi nella provincia di Rimini. Calano i furti, - 24,89%, e le rapine, -13,3%. In aumento, invece, gli arresti dei ladri (+ 28,16%) e in diminuzione le denunce a piede libero (-10,62%) anche alla luce del calo di questo genere di reati. Stesso discorso per quanto riguarda le rapine (-32,25% per gli arresti e +23,81% per le denunce a piede libero). In crescita, invece, la lotta agli stupefacenti con 89 arresti (+18,67%) e 42 denunciati (+7,69%)".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Facoltoso ristoratore intasca il reddito di cittadinanza

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento