menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Estati sempre più calde e secche con autunni piovosi. Ecco come cambia il clima

Presentato il rapporto dell'Arpa sull'ambiente: dalla politica ambientale ai cambiamenti climatici, dalla qualità delle acque di balneazione e dell'aria ai campi elettromagnetici e la vigilanza ambientale. L'attività di vigilanza ha visto 534 che hanno portato a 38 notizie di reato e 3 sanzioni amministrative

Il clima e l'ambiente riminese al centro dell'annuale rapporto dell’ARPA, l'Agenzia Regionale per la Prevenzione e l’Ambiente dell’Emilia-Romagna, che è stato presentato giovedì mattina in Provincia alla presenza di Vincenzo Mirra, assessore della Provincia di Rimini; Mauro Stambazzi, direttore Sezione provinciale ARPA; Federico Grazzini, meteorologo SIMC ARPA, Rita Rossi, referente regionale per le acque di balneazione e Marco Zamagni, responsabile per la qualità dell'aria. Vari i temi affrontati, dalla politica ambientale ai cambiamenti climatici, dalla qualità delle acque di balneazione e dell’aria ai campi elettromagnetici e la vigilanza ambientale. Come in tutto il pianeta anche nel nostro territorio si registra una evidente variabilità meteorologica. Basti ricordare il nevone eccezionale di febbraio 2012, con oltre 3 metri di neve sull’Alta Valmarecchia o la precipitazione del 24 giugno 2013 che ha registrato 124 mmm di pioggia caduta in un’ora; valore mai osservato dai primi del ‘900 quando sono iniziati i monitoraggi. Estati torride, repentini e accentuati sbalzi termici, precipitazioni violente e localizzate. L’allarme suona per tutto il pianeta. Strettamente correlata al cambiamento climatico è la qualità dell’aria. Polveri sottili nella stagione invernale e Ozono nei mesi estivi caratterizzano l’aria che si respira sulla costa, nell’entroterra, come su tutta la pianura Padana. Trasporto stradale, impianti di riscaldamento civile e emissioni produttive sono tra le principali cause dell’inquinamento atmosferico. In questi giorni le centraline di monitoraggio attive nel territorio provinciale mostrano superamenti del PM10 e PM2,5, L’Indice sintetico di Qualità dell’Aria IQM è “Mediocre” nella scala: Buona, Accettabile, Mediocre, Scadente e Pessima. Le strategie da mettere in campo non possono che essere sia locali e globali.

L’attività di vigilanza 2013, in provincia di Rimini, sul rispetto della normativa ambientale è stata intensa con oltre 534 ispezioni di cui 162 sui rifiuti, compresi 96 interventi su inceneritore e impianto di compostaggio, oltre a 21 ispezioni su segnalazione dei cittadini; 105 sull’aria di cui 44 su segnalazione dei cittadini; 108 sugli scarichi; 73 sul rumore; 35 su siti contaminati; 17 sul suolo e 34 su altre matrici. A seguito dei controlli effettuati da ARPA sono state adottati 49 provvedimenti: 38 notizie di reato trasmesse all’Autorità Giudiziaria di cui 15 a seguito di segnalazioni di cittadini; 3 sanzioni amministrative e 8 proposte di provvedimento amministrativo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento