Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Estorsione per restituire il telefono rubato, non pago palpeggia la vittima: due arresti

La notte di controlli tra sabato e domenica ha portato all'arresto di due soggetti per estorsione, e resistenza a pubblico ufficiale violenza sessuale

La notte di  controlli tra sabato e domenica ha portato all’arresto di due soggetti per estorsione e resistenza a pubblico ufficiale e per uno di loro anche per violenza sessuale da parte dei carabinieri di Riccione. L’episodio  è avvenuto intorno a mezzanotte e tre quarti nel parcheggio di una nota discoteca quando una coppia di malviventi avrebbe rubato un Iphone 7 ad una 17enne originaria di Padova,  mentre si accingeva ad entrare dentro il locale assieme al fidanzato.

Poco dopo la vittima è stata avvicinata da due stranieri che hanno avanzato la richiesta estorsiva: 100 euro per rientrare in possesso del suo costoso telefono. La richiesta è stata accettata, ma questo non è bastato ad uno dei due che, approfittando  dello stato di timore in cui la minore riversava, l’ha baciata e le ha palpeggiato il seno. Avvisata la sicurezza, che a sua volta ha contattato subito i carabinieri, i militari sono arrivati immediatamente per bloccare i due soggetti. Il molestatore nel tentativo di darsi alla fuga ha colpiva i militari con calci e pugni senza però riuscire a procurare loro alcuna lesione. I reati vanno dall’estorsione alla violenza sessuale per il molestatore mentre il complic eè stato denunciato anche per i reati attinenti la droga in quanto trovato in possesso di 7,4 hashish grammi di hashish. Si tratta di un 33enne marocchino e di un 35enne tunisino, entrambi in manette.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estorsione per restituire il telefono rubato, non pago palpeggia la vittima: due arresti

RiminiToday è in caricamento