Evade dai domiciliari, arrivano i carabinieri e gli scoprono della droga in tasca

Arrestati dai militari dell'Arma della Regina, l'uomo era già noto alle forze dell'ordine per reati legati agli stupefacenti

Nel pomeriggio di martedì i carabinieri della Compagnia di riccione hanno arrestato, a Cattolica, un 30enne originario di Roma già sottoposto agli aresti domiciliari per reati legati agli stupefacenti. Il ragazzo, nonostante la misura cautelare, si è più volte allontanato da casa e, le sue evasioni, sono state documentate dai militari dell'Arma che hanno relazionato l'autorità giudiziaria. Alla luce di questi elementi, per il 30enne è arrivato un aggravio del provvedimento. Rintracciato presso la sua abitazione, i carabinieri hanno anche perquisito le stanze trovando 0,5 grammi di eroina. Portato in caserma per le pratiche di rito, il romano è stato poi trasferito nel carcere dei "Casetti".

Sempre a Cattolica, i militari dell'Arma hanno anche arrestato una 59enne, originaria della Germania ma residente nella Regina, già nota alle forze dell'ordine. Pedinata dai carabinieri, i militari dell'Arma le hanno poi intimato l'alt fermanndo l'auto sulla quale viaggiava. Sottoposta a perqusizione, è stata trovata in possesso di 60 grammi di eroina suddivisi in due involucri. Ispezionata anche l'abitazione, i carabinieri hanno trovato al suo interno 25 pasticche di metadone e tutto il materiale per confezionare le dosi. Arrestata per detenzione ai fini di spaccio, è stata processata per direttissima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento