Evade dai domiciliari, la polizia lo pizzica durante la passeggiata in scooter

L'uomo è stato notato da una pattuglia delle Volanti mentre sfrecciava a tutta velocità davanti alla caserma di Viserba

Decisamente sfortunato il napoletano 41enne che, nonostante fosse agli arresti domiciliari, ha avuto la pensata di fare un giro in scooter passando proprio davanti alla caserma della polizia di Stato. Verso le 20 di lunedì, infatti, una pattuglia delle Volanti stava uscendo dalla sede di via Dati e, gli agenti, hanno notato l'uomo che viaggiava a velocità sostenuta e che, alla vista delle divise, ha accelerato ulteriormente. Insospettito, il personale della polizia di Stato ha così iniziato a seguire lo scooter fino a quando si è infilato nel cortile di una palazzina nel tentativo di far perdere le proprie tracce. Nonostante lo stratagemma, gli agenti lo hanno seguito fino alla fine e lo hanno bloccato. Dagli accertamenti è emerso che il napoletano sarebbe dovuto essere agli arresti domiciliari e, in un primo momento, il 41enne ha tentato di sostenere che non era lui alla guida dello scooter ma il figlio. A smascherarlo, però, sono state le ciabatte che indossava che erano identiche a quelle notate dagli agenti quando era sfrecciato davanti alla caserma. Già ai domiciliari per reati contro il patrimonio, l'uomo è stato portato in Questura e arrestato per evasione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si prendono gioco di polizia e quarantena: sesso a 3 in strada davanti al comando

  • "Quelle strane coincidenze", Wuhan e Codogno vicini alla fiera del Sigep

  • Ristoratore stroncato da un improvviso malore nella sua abitazione

  • "Se curva epidemiologica non si abbassa, entro le prossime 2 settimane servono ospedali da campo"

  • Diminuiscono i nuovi contagiati. Venturi: "Faccio il tifo per Rimini, ha preso misure draconiane che danno risultati"

  • Chat di gruppo su WhatsApp per evitare i controlli, denunciata l'amministratrice

Torna su
RiminiToday è in caricamento