rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Cronaca

Evade dalla comunità e dopo la passeggiata si presenta alla caserma dei carabinieri

Ai domiciliari per maltrattamenti in famiglia, si è giustificato col giudice sostenendo di avere “un fore esaurimento nervoso”

Un “forte esaurimento nervoso”, come ha lui stesso dichiarato davanti al giudice, all’origine dell’evasione di un 48enne che nel tardo pomeriggio di venerdì si è allontanato dalla comunità dove si trovava agli arresti domiciliari. L’uomo, infatti, era stato arrestato lo scorso anno con l’accusa di maltrattamenti in famiglia ma non reggendo più ai ritmi imposti dalla struttura nella zona del colle di Covignano verso le 17 è uscito senza dire nulla a nessuno. Il 48enne, però, dopo nemmeno due ore è ricomparso davanti alla caserma dei carabinieri di via Della Chiesa a Rimini dove si è costituito. Processato per direttissima sabato mattina, difeso dall’avvocato Igor Bassi l’uomo si è giustificato col giudice sostenendo di essere stressato. Il magistrato ha convalidato il fermo e, in giudizio abbreviato, ha poi assolto il 48enne evidenziando la tenuità del fatto nonostante una richiesta di condanna a 5 mesi del pubblico ministero e ripristinato la misura dei domiciliari in comunità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade dalla comunità e dopo la passeggiata si presenta alla caserma dei carabinieri

RiminiToday è in caricamento