menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Evasione dei redditi per 500mila euro e giro di lettere anonime, imprenditore nuovamente nei guai

Gli approfondimenti della Guardia di Finanza nell'ambito dell'operazione Paper Moon hanno evidenziato ulteriori reati commessi da uno degli indagati

Nuovi guai giudiziari per uno degli imprenditori già indagati dalla Guardia di Finanza di Rimini che, lo scorso 1 ottobre, aveva visto scoprire un'evasione fiscale da 1,3 milioni di euro e che aveva portato al sequestro preventivo per equivalente e i sigilli a 3 aziende del territorio. A carico di uno degli indagati, infatti, è stata scoperta una ulteriore evasione fiscale in quanto, per il 2015, avrebbe omesso di dichiarare redditi per 473.146 euro con conseguente evasione dell’imposta IRPEF per euro 195.884. Somme che, secondo gli inquirenti delle Fiamme Gialle, sarebbero state impiegate dall'imprenditore nella commercializzazione di tabacchi con il fine di ostacolare l’identificazione della provenienza delittuosa degli importi e per cui dovrà rispondere anche del reato di “autoriciclaggio”. Nell'ambito di questo secondo filone, al termine delle indagini, il gip Manuel Bianchi ha emesso un ulteriore sequestro preventivo nei confronti dell'uomo per un importo di poco inferiore a 200.000 euro. Nel corso delle perquisizioni, effettuate nei giorni scorsi da parte dei militari della Finanza, sono stati rinvenuti presso soggetti terzi missive anonime inviate anche agli organi istituzionali finalizzate a depistare le indagini. Questi importanti e nuovi aspetti sono al vaglio degli inquirenti per i successivi sviluppi investigativi. 

Operazione "Paper moon"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento