rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Cronaca Riccione

Evadono dai domiciliari per festeggiare capodanno in discoteca, il veglione finisce in manette

Dopo i brindisi della mezzanotte e i balli scatenati in pista a dare lo stop ai festeggiamenti sono stati i carabinieri che li hanno arrestati

Si è concluso con un paio di manette il veglione di due transessuali peruviani, di 33 e 50 anni, che nonostante la misura restrittiva hanno deciso di festeggiare il capodanno in discoteca. I sudamericani, già nei guai per reati contro la persona, hanno voluto celebrare l'arrivo del 2023 al meglio e ignorando tutte le prescrizioni hanno tirato fuori dall'armadio i vestiti da sera e si sono precipitati sulla pista di una discoteca sulla collina riccionese. Brindisi alla mezzanotte e balli scatenati sono andati avanti fino alle prime luci dell'alba quando i carabinieri hanno controllato gli avventori del locale. I nomi dei due trans hanno fatto scattare immediatamente l'allert nel database delle forze dell'ordine e, di conseguenza, lo stop ai festeggiamenti che si sono conclusi nella caserma dell'Arma di Riccione. Entrambi saranno processati per direttissima il 2 gennaio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evadono dai domiciliari per festeggiare capodanno in discoteca, il veglione finisce in manette

RiminiToday è in caricamento