menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ex casello trasformato in dormitorio di fortuna. Sgomberato dalla polizia

La sruttura, lungo la ferrovia nel comune di Misano, ospitava tre individui tutti con pendenze con la Legge. A far scoprire gli abusivi è stato un provvedimento di messa in sicurezza dello stabile per chiudere tutti i varchi di accesso

Un'ex casa cantoniera di proprietà delle Ferrovie dello Stato, situata lungo la linea ferroviaria nel comune di Misano, era stata trasformata in un dormitorio di fortuna dove, al suo interno, aveano trovato rifugio tre persone tutte con pendenze con la Legge. A far scoprire gli inquilini abusivi è stata un'operazione della polizia Ferroviaria chiamata sul posto per far chiudere tutti gli accessi allo stabile abbandonato. Nel corso del controllo, in tre stanze, sono stati trovati una cittadina bulgara 38enne e due italiani, un 43enne del cagliaritano e un 29enne bergamasco. Dai riscontri con la banca dati delle forze dell'ordine è emerso che la donna e il cagliaritano, entrambi nullafacenti, avevano un foglio di via dalla provincia di Rimini facendo così scattare la denuncia per inosservanza al provvedimento del questore. Il 29enne, invece, è risultato essere ricercato dal tribunale di Firenze per un ordine di custodia cautelare in carcere in quanto, il bergamasco, è accusato di reati contro il patrimonio.

Il terzetto, che sembra si nascondesse da tempo nella struttura, aveva cercato di nascondere in ogni modo la loro presenza all'interno del casello ferroviario tanto che avevano chiuso un corridoio, che portava alle stanze da loro occupate, con una finta parete in cartongesso. L'interno, tuttavia, era in condizioni igieniche pessime tanto che, gli agenti della Polfer, hanno ritrovato mucchi di masserizie, sterco e calcinacci oltre alla presenza di numerosi piccioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento