rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

L'ex colonia Bolognese torna all'asta. "Il nuovo lungomare creerà appeal per nuovi investitori"

Il sindaco Jamil Sadegholvaad: "Vanno create le giuste condizioni per rendere l'area interessante e appetibile"

Con la progettazione e i fondi certi per il Parco del Mare, l'amministrazione nel corso dei prossimi anni arriverà a dare un nuovo volto anche a tutta l'area attorno all'ex colonia Marina Bolognese. Il complesso finirà di nuovo all'asta il prossimo 24 febbraio con un'importo a base d'asta di 4 milioni di euro, offerta minima di 3 milioni e rilancio minimo a 10 mila euro. Quello della rigenerazione delle ex colonie è un tema caldo per Rimini e per molte altre città della Riviera. L'amministrazione è convinta che con la rigerazione urbana in corso dell'area di Rimini Sud anche quegli immobili vuoti e abbandonati potranno avere un nuovo appeal.

Parco del Mare - Arriva un assegno da 20 milioni dal Pnrr

Il sindaco Jamil Sadegholvaad è intervenuto sul tema: "La pubblica amministrazione non può fare altro che cercare di creare le migliori condizioni per attrarre dei privati interessati a investire. Con un contesto attorno attrattivo, anche quelle strutture hanno le carte in regola per poter tornare a vedere la luce". Il Comune si dice attento allo sviluppo urbanistico per creare interesse attorno alle ex colonie. Anche se poi la partita dovranno giocarla i privati. "Le colonie - è molto pratico e schietto il primo cittadino -, sono un problema. E i vincoli persistenti sulle strutture non aiutano di certo. Noi, con il Parco del Mare, facciamo un passo avanti. Staremo a vedere se capita qualcosa già a febbraio".

L'ex colonia Marina Bolognese si trova in viale Principe di Piemonte ed è costituita da un imponente complesso immobiliare. Un fabbricato principale caratterizzato da una serie di padiglioni (quattro di grandi dimensioni ospitanti al piano seminterrato i refettori ed ai piani superiori i dormitori e altri tre più ridotti adibiti a servizi e camere per il personale) intersecati da un collegamento ortogonale lungo circa 169 metri; un fabbricato staccato dal principale, disposto su due piani, destinato a lavanderia e guardaroba; un secondo fabbricato staccato dal principale disposto su due piani, destinato ad infermeria e padiglione isolamento; con annessa area scoperta e coperta pertinenziale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex colonia Bolognese torna all'asta. "Il nuovo lungomare creerà appeal per nuovi investitori"

RiminiToday è in caricamento