rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Cronaca

L'ex sindaco di Montefiore Vallì Cipriani e il suo vice a processo per violenza privata

La prima cittadina e il suo vice sul banco degli imputati, avrebbero bloccato una raccolta di firme per mantenere aperto l'Ufficio Postale del paese

L'ex sindaco di Montefiore Vallì Cipriani e il suo vice dell'epoca, Gianni Martelli, sono sul banco degli imputati in un processo davanti al giudice monocratico del Tribunale di Rimini con l'accusa di violenza privata. La vicenda risale a un fatto del 2015 quando, nel paesino della Valconca, era in corso una raccolta di firme per chiedere a Poste Italiane di mantenere aperto l'ufficio locale tutti i giorni. I fogli della petizione erano stati lasciati in un bar e, il 27 luglio di quell'anno, il sindaco avrebbe chiamato i gestori del locale per intimare loro di sospendere la raccolta e di gettare i fogli. Sarebbero state diverse le chiamate della Cipriani che, insistendo, avrebbe anche minacciato di chiudere l'attività. Le ingerenze del sindaco erano state quindi raccolte dall'opposizione in un esposto presentato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Rimini con il pubblico ministero che aveva chiesto e ottenuto il rinvio a giudizio della Cipriani e di Martelli ora accusati di violenza privata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex sindaco di Montefiore Vallì Cipriani e il suo vice a processo per violenza privata

RiminiToday è in caricamento