S'inventa la violenza sessuale e accusa un buttafuori: la polizia la denuncia

Una simulazione di reato e non un’aggressione vera e propria: è l’opinione che si sono fatti in Questura dopo aver raccolto da denuncia di una donna contro un ragazzo albanese che lavora come buttafuori. Alla fine è stata lei, una rumena di 32 anni, a essere denunciata con l'accusa di lesioni aggravate e simulazione di reato

Una simulazione di reato e non un’aggressione vera e propria: è l’opinione che si sono fatti in Questura dopo aver raccolto da denuncia di una donna, lavoratrice in un nightclub, contro un ragazzo albanese che lavora come buttafuori nello stesso locale. Alla fine è stata lei, una rumena di 32 anni, a essere denunciata con l'accusa di lesioni aggravate e simulazione di reato. La donna aveva trascorso la scorsa notte nel night (nella zona di Torre Pedrera) e dato che aveva alzato troppo il gomito, al punto di aver distrutto un finestrino dell'auto di un'amica connazionale, quest'ultima, con l'aiuto del buttafuori, l'aveva riportata a casa.

Ma la 32enne lunedì mattina si è presentata in questura raccontando di essersi ritrovata l'albanese in casa di notte e che probabilmente lui la voleva violentare. Per questo lo aveva colpito con un coltello all'addome, procurandogli un taglio di 7 centimetri che si è fatto medicare al pronto soccorso di Cesenatico. In più la donna aveva raccontato di essere stata rapinata del portafoglio e del cellulare, incolpando sempre il buttafuori. Per verificare la versione, i poliziotti della squadra mobile, lunedì i hanno effettuato un sopralluogo nel residence dove risiede la donna.

Non solo non hanno trovato tracce di sangue nella camera da letto dove la rumena ha riferito di aver colpito l'uomo, ma il suo portafoglio era sul tavolo. In effetti, sentito anche il buttafuori, lui ha spiegato agli agenti di essere stato colpito sulla porta di casa, dopo aver riaccompagnato la 32enne. Dato che anche la versione dell'amica combaciava con quella del buttafuori, la rumena è stata denunciata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento