menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Falsifica il certificato medico per non indossare la mascherina, scoperto e denunciato

L'uomo, fermato da una pattuglia della polizia Autostradale al casello di Rimini sud aveva presentato il documento contraffatto

Si è conclusa con una denuncia per falsità materiale la "trovata" di un 43enne, originario dell'Argentina e residente a Misano Adriatico, che per non indossare la mascherina aveva taroccato un certificato medico. L'uomo, lo scorso 3 settembre, era entrato negli uffici del Punto Blu al casello dell'autostrada di Rimini sud senza avere il dispositivo individuale di protezione e alla richiesta del personale di indossarlo aveva opposto un netto rifiuto tanto che si era reso necessario l'intervento di una pattuglia della polizia Autostradale di Forlì. Davanti agli agenti il 43enne aveva sostenuto di non poter utilizzare la mascherina e, a supporto della sua tesi, aveva mostrato un certificato medico che lo esentava dall'indossare il dpi. Una situazione che non ha convito il personale della polizia di Stato il quale, a sua volta, a svolto gli accertamenti del caso sul documento mostrato dall'uomo. L'indagine ha permesso di scoprire che la causa di esenzione non era presente sul certificato originale e che pertanto si trattava di una contraffazione tanto che una perquisizione nell'abitazione dell'uomo, disposta dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Rimini, ha permesso di sequestrare il falso. Per il 43enne, quindi, è scattata la denuncia a piede libero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento