Famiglia intossicata dal monossido di carbonio, braciere acceso in camera da letto

Intervento del 118 e dei vigili del fuoco per portare in salvo tre persone poi trasferite in camera iperbarica

Foto archivio

L'allarme è scattato verso mezzanotte e mezza quando tre stranieri, due uomini e una donna, residenti in un appartamento di Villaggio Argentina a Misano hanno accusato i primi malori. Accorso sul posto, il personale del 118 ha individuato subito la causa in un'intossicazione da monossido di carbonio e, gli strumenti, hanno indicato una pericolosa concentrazione del gas all'interno delle stanze facendo intervenire anche i vigili del fuoco. Gli abitanti, tutti di origine senegalese, sono stati trasportati al pronto soccorso del "Ceccarini" di Riccione e, successivamente, a Ravenna per un ciclo in camera iperbarica. I vigili del fuoco, nel controllare l'appartamento, hanno individuato un braciere a legna, acceso per combattere il freddo nelle stanze, dal quale si è sprigionato il monossido di carbonio. In appena 24 ore, si tratta già della terza famiglia rimasta intossicata, sempre con le stesse modalità, dal pericoloso gas.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento