Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca

L'assessore: "Abbiamo offerto un sostegno economico e aiutato per il reddito di cittadinanza"

Il responsabile dei Servizi sociali del Comune di Rimini interviene dopo la segnalazione di una famiglia sfrattata e costretta a dormire in auto

"L’attenzione del mio assessorato a situazioni di disagio come queste, in cui sono coinvolti minori, è massima". A dichiararlo in una nota stampa è l'assessore ai Servizi sociali del Comune di Rimini, Kristian Gianfreda, che è voluto intervenire in merito alla vicenda segnalata dalla famiglia che, sfrattata per morosità, da 5 giorni è costretta a dormire in auto sotto gli uffici dell'assessorato in via Ducale.  "Il nucleo famigliare - ha voluto precisare Gianfreda - risiedeva presso un appartamento, in affitto da privati, dal 18/12/2018. I servizi sociali del Comune di Rimini ricevono per la prima volta il nucleo il 30/07/2020, quando riferisce di non pagare l'affitto da circa un anno. Vengono illustrati tutti i servizi di supporto, si danno indicazioni circa i contributi disponibili sul fondo morosità incolpevole. Dopo oltre 3 mesi, nel novembre 2020, il capofamiglia produce la documentazione riguardante lo sfratto. Viene spiegato all’uomo che il Servizio sociale può intervenire solo qualora la famiglia  riuscisse a trovare in autonomia una soluzione abitativa, potendo poi il pubblico intervenire con il supporto economico all’affitto. In più si propone nei confronti della moglie un percorso d'inclusione lavorativa ai sensi della l.r. 14/2015 ma senza ottenere alcun riscontro. Vengono date alla famiglia le indicazioni per la presentazione della domanda di Reddito di Cittadinanza; il nucleo riferisce di aver presentato domanda ma senza ottenere esito. Dalle verifiche effettuate dagli uffici comunali, la domanda di Reddito di Cittadinanza risultava errata perché incompleta. Vengono allora fornite le indicazioni alla famiglia circa l’integrazione domanda. In data 11/05/2021 il Comune di Rimini eroga alla famiglia un contributo economico per il pagamento utenze domestiche. Il nucleo viene inserito nella graduatoria di accesso ad alloggio popolare. I Servizi Sociali hanno dunque incontrato e aiutato più volte in due anni la famiglia, confermando anche in questi giorni la disponibilità ad altri contributi economici qualora il nucleo riuscisse a trovare una soluzione abitativa in autonomia, così come prevede la legge. Questi sono i fatti. Personalmente non gradisco il divulgare elementi privati ma in questo caso, credo opportuno illustrare in tutta la loro completezza. E rinnovando la disponibilità nei confronti della famiglia, seguendo quello che indica la legge a garanzia di ogni cittadino, al di là di ogni tentativo di pressione anche mediatica".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'assessore: "Abbiamo offerto un sostegno economico e aiutato per il reddito di cittadinanza"
RiminiToday è in caricamento