Ritrovato cadavere in un'auto parcheggiata sul lungomare

Macabro ritrovamento a Miramare nel pomeriggio di giovedì, scoperto il corpo senza vita di un 60enne di Isernia

A dare l'allarme sono stati alcuni passanti che, verso le 16, si sono accorti di un uomo riverso nell'abitacolo di una Nissan Qashqai parcheggiata in viale regina Margherita nei pressi della filiale della Unicredit di Miramare. La segnalazione ha fatto accorrere sul posto una pattuglia della polizia Municipale. Quando gli agenti hanno aperto il veicolo si sono trovati davanti il corpo senza vita di Angelo Antonio Tiberio, farmacista 60enne di Casalbordino residente ad Agnone in Molise. Da una prima ricognizione del cadavere, pare che l'uomo fosse deceduto già da diverso tempo e, a supporto della Municipale, è intervenuta una pattuglia della polizia di Stato. Tiberio, che viveva con la Moglie nel paese del molisano, era scomparso da casa lo scorso 30 maggio e, in quella occasione, si era mossa anche la trasmissione “Chi l’ha visto?” per cercare di ritrovarlo. Il farmacista, dopo alcuni, giorni, era ricomparso nel Lazio dove era stato riconosciuto da un compaesano che aveva poi allertato le forze dell'ordine. Al momento sono in corso gli accertamenti da parte della polizia di Stato per accertare le cause del decesso.

Potrebbe interessarti

  • "L'ingresso della città tra incuria, degrado e inciviltà"

  • Bagno in mare dopo mangiato: quanto aspettare?

  • Alternative al Caffè: 9 sostitutivi energizzanti e salutari

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

I più letti della settimana

  • Le 'polpette di mammà' come a casa: la prima polpetteria della Romagna apre a Rimini

  • Fioritura di alghe, il mare di Rimini si tinge di rosso

  • Tremendo frontale, due feriti in gravi condizioni dopo lo schianto

  • Torna in mare il "Brilla&Billy", lo yacht di Lucio Dalla per anni in darsena a Rimini

  • Autovelox sulla SS16, il comune di Bellaria mette il "punto" sui limiti di velocità

  • Maturità 2019, tutti i diplomati del liceo scientifico Einstein: tanti i "bravissimi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento