Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Fase 2, Bonaccini fa il punto su commercio e viaggi: "Spero ci si possa spostare fra regioni da inizio giugno"

Sulle linee guida Inail: "Se per le aperture ci vorrà qualche giorno in più non credo che sarà questo il problema nel dramma che stiamo vivendo, ma ci facciano lavorare"

"Non è certo che tutti possano riaprire il proprio bar o il ristorante il 18 maggio". Mette in conto qualche giorno di ritardo (così come sicuramente faranno i bagnini della riviera) il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini. Il punto sono sempre le linee guida dell'Inail, che potrebbero costringere i commercianti ad intervenire all'ultimo minuto sulle loro attività per adeguarle agli standard anti-contagio. E il tempo potrebbe chiaramente non bastare per aprire le serrande lunedì.

"Se ci vorrà qualche giorno in più non credo che sarà questo il problema nel dramma che stiamo vivendo", dice Bonaccini venerdì mattina su La7, ad Omnibus. "Il problema è che si possa ripartire. Certo - prosegue il governatore- se le linee guida Inail fossero così rigorose che per un esercente, un barista, un ristoratore o un gestore di stabilimento balneare diventa praticamente impossibile aprire sarebbe un bel problema". Si vedrà: sicuramente le disposizioni Inail saranno il tema caldo dei prossimi giorni, come ammette lo stesso Bonaccini. Che ricorda come per ogni tipologia di attività l'Emilia-Romagna abbia già raggiunto accordi con le associazioni di categoria. Si tratta ora, se possibile, di conciliare quegli accordi coi vincoli imposti a livello nazionale attraverso quelle linee guida. "Io voglio confidare- dice ancora Bonaccini- che ci guarderemo negli occhi e vedremo come applicarle, tenendo conto che la tutela della salute è sempre al primo posto". "Speriamo- conclude poi Bonaccini- che si possa ripartire se non con le condizioni tutte certe al 100% almeno con una buona dose di organizzazione che tuteli la salute e faccia lavorare". 

Spostamenti

Invece sul fronte viaggi e spostamenti, Bonaccini sottolinea: "Mi auguro che all'inizio di giugno, almeno, sia consentita la circolazione tra regione e regione. Però comprendo molto bene le ragioni per cui noi presidenti stessi abbiamo chiesto al Governo prudenza e cautela. In ogni caso dal 18 maggio in Emilia-Romagna si potrà circolare in tutta la regione e rimanere nelle seconde case tutto il tempo che si vuole".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fase 2, Bonaccini fa il punto su commercio e viaggi: "Spero ci si possa spostare fra regioni da inizio giugno"

RiminiToday è in caricamento