rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Cronaca Bellaria-Igea Marina

Favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, uno degli arrestati trovato a Bellaria

Maxi operazione della Polizia di Stato nei confronti di un sodalizio criminale che sfruttava la cosiddetta rotta balcanica, 13 le persone sottoposte a ordinanza di custodia cautelare

Iniziata alle prime ore di lunedì 26 giugno, "The End", la maxi operazione della Polizia di Stato contro l'immigrazione clandestina, che ha coinvolto anche organismi nazionali e polizie straniere. A seguito delle indagini coordinate dalla Dir. Distrettuale Antimafia, gli agenti hanno dato atto all'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Trieste nei confronti di 13 persone ritenute responsabili di associazione a delinquere transnazionale per il favoreggiamento dell'immigrazione clandestina lungo la cosiddetta rotta balcanica. L'operazione è condotta dalla Squadra Mobile di Trieste con Sisco (Sez. Investigativa Servizio Centrale Operativo), con il coordinamento della Dir. Centrale Anticrimine della Polizia e con le Squadre Mobili di Bologna, Rimini, Pesaro Urbino e Treviso dei Reparti Prevenzione Crimine di Padova, Bologna e Reggio Emilia, nonché delle Polizie francese, slovena, kosovara e albanese, attivate da Servizio Cooperazione Internazionale di Polizia. Uno dei 13 indagati, un albanese 20enne, è stato trovato dalla Mobile della Questura di Rimini a Bellaria, dove lavorava in una struttura ricettiva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, uno degli arrestati trovato a Bellaria

RiminiToday è in caricamento