rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Cronaca

Federconsumatori: "I risparmiatori vedono a rischio i loro capitali, la situazione si è fatta ormai critica"

Problemi per le persone che hanno investito grosse somme in tali fondi e che sono sempre più allarmate circa le sorti dei propri risparmi

È in programma il 7 giugno un incontro tra le Associazioni dei Consumatori ed Eurovita, per analizzare prospettive e possibili evoluzioni di una situazione che, come denuncia l'associazione, "si è fatta ormai critica". Federconsumatori anche a Rimini,  come nel resto del Paese, ha organizzato assemblee con i risparmiatori che hanno investito grosse somme in tali fondi e che sono sempre più allarmate circa le sorti dei propri risparmi. "Siamo convinti - spiega una nota - non si debba fare allarmismo, ma siamo altrettanto persuasi che sia necessario adottare regole precise per salvaguardare la parte più debole di tutta questa vicenda: i cittadini. Al momento IVASS ha sospeso temporaneamente la facoltà dei contraenti di esercitare i riscatti regolati dai contratti di assicurazione e di capitalizzazione stipulati con Eurovita S.p.A. fino al 30 giugno 2023 (sospensione che non riguarda le liquidazioni dovute in caso di scadenza e sinistro, né i casi di richieste di riscatto e anticipazioni relative alle forme pensionistiche complementari disciplinate dal decreto legislativo n. 252 del 5 dicembre 2005)".

"Un intervento - prosegue Federconsumatori - che si è reso necessario per salvaguardare le garanzie patrimoniali a favore degli assicurati, dando il tempo alla società di individuare una soluzione per rafforzare la propria situazione patrimoniale. Ma ora è necessario fare di più. Per questo torniamo a chiedere al Governo e a Ivass di intervenire con determinazione, sollecitando le compagnie del settore a collaborare, garantendo ai cittadini i propri risparmi e assicurando stabilità e fiducia verso l’intero sistema assicurativo, da tempo minato da criticità e incertezze. Le principali compagnie che operano in tale settore sono chiamate a farsi carico di questa situazione e ad aprire un confronto operativo e concreto sulla vicenda, che veda ovviamente il coinvolgimento delle Associazioni dei consumatori. Inoltre, invitiamo le compagnie ad adottare una gestione più oculata dei propri fondi e delle proprie finanze, gestione sulla quale le autorità preposte devono effettuare una vigilanza più attenta e puntuale, per prevenire ed evitare prontamente rischi per i risparmiatori. Sarebbe opportuna, in tal senso, anche la costituzione di un fondo di garanzia per il settore assicurativo, sull’esempio del fondo interbancario di tutela dei depositi".

"Federconsumatori - conclude la nota - da mesi attiva su tale problema, metterà in atto ogni iniziativa utile per tutelare i cittadini coinvolti: “Faremo di tutto perché non siano i risparmiatori a pagare le conseguenze di questa vicenda. Per Federconsumatori Rimini questa rappresenta la giusta occasione per esigere maggiori controlli sulla correttezza della condotta di consulenti, operatori, società finanziarie, che spesso indirizzano i cittadini verso investimenti poco attenti, senza che questi ne abbiano la dovuta consapevolezza.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Federconsumatori: "I risparmiatori vedono a rischio i loro capitali, la situazione si è fatta ormai critica"

RiminiToday è in caricamento