Cronaca

Fermati con 1,5 chili di marijuana "transgenica", arrestati 2 fratelli pugliesi

Lo stupefacente modificato geneticamente contiene oltre il 20% della sostanza psicoattiva principale che si trova naturalmente nella pianta

Colpo grosso dei carabinieri di Riccione che, nella giornata di domenica, sono riusciti a mettere le mani su 1,5 chili di marijuana "transgenica" e ad arrestare i corrieri della droga. Due fratelli di origine pugliese, di 23 e 24 anni, sono stati fermati da una pattuglia dei militari dell'Arma al casello di Riccione e, dalla perquisizione dell'abitacolo della loro Ford Fiesta, è spuntata la droga. Dai primi accertamenti sembra che possa trattarsi di quella che viene definita "supermarijuana" in quanto si tratterebbe di una varietà modificata geneticamente che contiene oltre il 20% di THC (tetraidrocannabinolo), la sostanza psicoattiva principale contenuta naturalmente nella pianta. Da considerare che la droga naturale ne contiene non più del 5%. Lo stupefacente è stato sequestrato per essere sottoposto ad analisi mentre i due pusher, dopo una notte in caserma, sono stati processati per direttissima. Chiesti i termini a difesa per uno dei due, già noto alle forze dell'ordine, è stata disposta la misura cautelare del carcere mentre, il secondo, è finito agli arresti domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermati con 1,5 chili di marijuana "transgenica", arrestati 2 fratelli pugliesi

RiminiToday è in caricamento