Feroce lite in famiglia, ubriaco picchia a sangue la moglie con un mattarello

L'intervento della polizia di Stato ha permesso di rintracciare l'uomo mentre scappava dall'appartamento

Foto archivio

Pomeriggio da incubo per una 35enne albanese picchiata a sangue, con un mattarello e davanti ai figli minorenni, dal marito ubriaco fradicio. Tutto è iniziato verso le 17.40 quando, da via Severino Ferrari, alcuni residenti hanno chiamato la polizia di Stato dopo aver sentito delle grida d'aiuto provenire da un appartamento e di aver visto una donna che scappava col volto insanguinato. Sul posto sono accorse due Volanti e, gli agenti, si sono trovati davanti l'abitazione messa a soqquadro, sul tavolo della cucina un mattarello in legno sporco di sangue oltre a uno smartphone distrutti e i capelli strappati alla vittima. E' stato chiesto l'intervento del 118 coi sanitari che si sono occupati della 35enne la quale, tra le lacrime, ha spiegato al personale della Questura di essere stata aggredita dal marito, un 40enne albanese, completamente ubriaco che l‘aveva colpita ripetutamente e in maniera molto violenta in varie parti del corpo con l'attrezzo da cucina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo aver ricevuto una descrizione dell'uomo, gli agenti sono partiti alla sua caccia e, poco dopo, è stato rintracciato e arrestato. Nel frattempo, la donna sotto choc è stata trasportata in pronto soccorso dove, i medici, le hanno riscontrato lesioni giudicate guaribili in 60 giorni. E' stata la stessa vittima a raccontare che il marito, da tempo, la vessava sia fisicamente che psicologicamente tanto da costringerla a chiedere la separazione per permettere una vita dignitosa a sè stessa e ai figli minorenni. Una decisione che ha inasprito ancora di più il 40enne il quale ha proseguito coi suoi comportamenti violenti, fino ad arrivare a minacciarla di morte, tenendo la 35enne in uno stato di terrore psicologico che le impediva di chiedere aiuto alle forze dell'ordine. Al termine degli accertamenti, l'uomo è stato arrestato per lesioni aggravate e maltrattamenti e trasferito nel carcere dei "Casetti" in attesa della convalida del fermo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento