Ferretti (Kursal): "Riusciremo a chiudere la stagione col segno positivo"

Il Ceo del Gruppo Ferretti: "Non sono mancate le difficoltà ma a giugno registrato un incremento dell'11% rispetto al 2019, mentre a luglio la crescita è stata del 18%"

"Una stagione estiva partita tra luci e ombre, ma che sta regalando un'affluenza per certi versi al di là delle aspettative e che deve invitare gli operatori del turismo a continuare a lavorare con ottimismo e fiducia per rafforzare la qualità dell'offerta di Cattolica e la soddisfazione degli ospiti”. Anche in  un'estate particolare, caratterizzata dai timori legati al Coronavirus, c'è chi vede il bicchiere mezzo pieno e traccia un primo bilancio positivo rispetto all'andamento del mercato ricettivo nella Regina. Si tratta di Fabrizio Ferretti, Ceo del Gruppo Ferretti (al timone di 10 hotel tra Cattolica, Riccione e Rimini, tra cui lo storico Kursaal di piazza Primo Maggio). “L'avvio della stagione a Cattolica è stato purtroppo contrassegnato da previsioni eccessivamente pessimistiche e nefaste da parte anche degli stessi operatori che, alla prova dei fatti e a estate ormai inoltrata, si sono rivelate infondate. In questi mesi non sono mancate naturalmente le incertezze e le difficoltà, a causa di un quadro economico nazionale in continua evoluzione, anche se poi gli italiano hanno deciso di premiare con le loro scelte la nostra città e la Riviera romagnola, regalando dati di affluenza che almeno nella seconda parte della stagione possono dirsi incoraggianti. Se pensiamo agli effetti della pandemia, dobbiamo comunque ritenerci fortunati: pensiamo, ad esempio, a quanto sta avvenendo nelle città d'arte, dove il turisto estero la fa da padrone, e che ora si trovano in grossissima difficoltà. A chi nei mesi di aprile e maggio prospettava con un eccesso di pessimismo la chiusura di molte attività, rispondiamo con i fatti, i quali ci dicono che Cattolica continua ad essere una meta ambita per le vacanze in riva all'Adriatico, soprattutto da parte della clientela storica proveniente dal Nord Italia, che ha compensato l'inevitabile crollo degli stranieri".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Merito - prosegue Ferratti - senza dubbio dell'impegno e del lavoro delle diverse categorie economiche, che si sono rimboccate le maniche e hanno riprogrammato la loro proposta per non far mancare agli ospiti tutti i comfort che rendono unico il soggiorno nella Regina. Un plauso anche all'amministrazione comunale per l'ottima pianificazione sul fronte degli eventi e l'attività di marketing e promozione che quest'anno si è focalizzata in maniera strategica sul target del turismo giovanile. Proprio i giovani hanno spinto in maniera decisa le prenotazioni negli hotel, rafforzando una presenza che negli ultimi anni è sempre andata in crescendo. Un segmento, questo, su cui occorre continuare a investire, anche in un'ottica futura, legandolo magari al target più tradizionale delle famiglie. Quanto al Kursaal, uno degli hotel simbolo di Cattolica, nel mese di giugno abbiamo registrato un incremento dell'11 per cento rispetto al 2019, mentre a luglio la crescita è stata del 18%. Dati che ci incoraggiano e ci spingono a puntare con decisione sulla parte finale di questa stagione, che sarà caratterizzata dalle due tappe della MotoGP a Misano. Numerose le prenotazioni e le richieste che stanno arrivando in questi giorni da parte degli appassionati delle due ruote, a dispetto forse di alcune previsioni eccessivamente negative lette di recente sulla stampa. L'appello che mi sento di rivolgere ai colleghi e agli altri operatori che hanno a cuore il bene di Cattolica è di continuare a scommettere sulle potenzialità e l'attrattiva del nostro territorio, non venendo mai meno all'ottimismo che dovrebbe sempre contraddistinguere chi lavora a contatto con i turisti. Dopo mesi difficili, gli italiani hanno bisogno di ritrovare un clima di serenità e positività: è questo il messaggio che noi imprenditori, di concerto con l'intera città, dobbiamo continuare a diffondere. Lamentarsi continuamente non solo è controproducente ma anzi estremamente dannoso per i turisti e per le altre categorie economiche".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nella mattinata, ragazzino perde la vita

  • Cimici: 4 rimedi naturali per allontanarle da casa

  • Si lascia cadere nel vuoto, gesto estremo di un ragazzo

  • Stroncato da un'overdose, giovane padre di famiglia ritrovato senza vita nel garage

  • Bellaria piange la scomparsa del 13enne, proclamato il lutto cittadino

  • Lo storico negozio annuncia la sua chiusura sui social dopo 54 anni di attività

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento