Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca Cattolica

Feste e risse sulla pista da ballo, chiuse due discoteche. Pusher in manette

In un caso i carabinieri per la seconda volta in due settimane hanno disposto nuovamente la chiusura della discoteca applicando una nuova sanzione

Intorno alle 4 della notte tra sabato e domenica i carabinieri del N.O.R. – Sezione Radiomobile sono intervenuti nella discoteca 'Musica' di Riccione dove, oltre a essere state numerose le lamentele per la musica ad alto volume, i militari si sono trovati di fronte a una animata lite tra una coppia di fidanzati. Intervenuti quindi per sedare il litigio l’uomo, in preda alla follia, si è prima scagliato contro i carabinieri ferendone uno e provocandogli lesioni personali guaribili in 10 giorni, successivamente ha colpito al volto un giovane turista veronese, intervenuto in soccorso della donna, anch’essa poi lanciatasi contro i carabinieri.

Con non poche difficoltà, i militari sono riusciti a caricare in macchina la coppia di esagitati e a condurli in caserma, dove sono stati identificati: un 28enne nordafricano lui e una 28enne irlandese la sua compagna. Ricostruiti i fatti, i carabinieri hanno quindi proceduto alla denuncia in stato di libertà per la donna, per i reati di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, mentre hanno dichiarato in arresto e condotto in carcere l’uomo, per i reati di lesioni personali – consistite anche nel trauma cranico provocato al turista veronese, dimesso con 21 giorni di prognosi – e resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

A seguito del controllo effettuato, i carabinieri per la seconda volta in due settimane hanno disposto nuovamente la chiusura della discoteca applicando una nuova sanzione. Nonostante la violazione accertata lo scorso sabato, infatti, all’interno del locale si stava svolgendo una nuova serata di ballo e violazione di tutte le disposizioni anticovid. Stesso discorso è stato riscontrato dai carabinieri di Cattolica presso la discoteca 'Bikini': anche in questo caso i militari hanno dovuto provvedere all’elevazione della sanzione e alla contestuale chiusura del locale.

Sempre a Cattolica, i carabinieri hanno tratto in arresto un 33enne albanese già noto alle forze dell'ordine e un 46enne di Ferrara per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare, i carabinieri hanno notato l’albanese uscire dall’abitazione del 46enne e hanno proceduto al suo controllo. L’uomo, apparso da subito nervoso, è stato quindi perquisito e trovato in possesso di 16 grammi di cocaina in dosi e la somma di circa 3.000 euro in contanti. A quel punto, i carabinieri si sono presentati alla porta del 46enne e, dopo aver fatto irruzione, hanno dato luogo ad una perquisizione domiciliare che ha consentito di rinvenire ulteriori 54 grammi di cocaina. I due sono stati quindi dichiarati in arresto in concorso e sottoposti a giudizio con rito direttissimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Feste e risse sulla pista da ballo, chiuse due discoteche. Pusher in manette

RiminiToday è in caricamento