Cronaca

Sanremo, il Maestro Mecozzi torna all'Ariston: "Tutto è cambiato, ma si vive sempre una grande emozione"

Il compositore e violinista verucchiese accompagna i gemelli Dellai. L'artista torna al Festival dopo due anni di nuovo nelle vesti di direttore d'orchestra

I gemelli Dellai e al centro Federico Mecozzi

A gennaio ha suonato un messaggio di speranza dal "tetto" Rimini, facendo volare, oltre ogni paura, le note dell'inno alla gioia di Beethoven. Adesso, il compositore e violinista verucchiese Federico Mecozzi è di nuovo sotto ai riflettori, nel ruolo di direttore d'orchestra al 71esimo Festival di Sanremo. Dopo essere stato nel 2019 il più giovane direttore all'Ariston, al fianco di Enrico Nigiotti, l'artista torna per la seconda volta al Festival della canzone italiana. Mecozzi, classe 1992, accompagna infatti i gemelli cattolichini Luca e Matteo Dellai, in gara nella categoria "Nuove proposte" con il brano "Io sono Luca".

Il video girato dal Grattacielo di Rimini

I Dellai e Mecozzi sono attesi sul palco mercoledì sera e la tensione inizia a farsi sentire. Arrivati nella Riviera dei fiori nei giorni scorsi, la giornata di martedì è stata dedicata alle grandi prove generali. "Sta andando tutto molto bene - racconta Mecozzi - anche se non si può negare che l'atmosfera sia molto strana. Io che ho avuto già il piacere di partecipare al festival posso dire che ho vissuto una full immersione totalmente diversa. C'era molto caos, anche in giro, tra artisti, giornalisti e pubblico. Adesso è tutto da remoto, un po' rattrista".

Mecozzi guarda però subito al bicchiere mezzo pieno: "Certamente questo vuoto può aiutare gli artisti nella concentrazione. C'è molto rigore, non ci si incontra quasi, c'è stato un grande lavoro di distribuzione degli spazi, ma nonostante la situazione devo dire che l'organizzazione del festival ha saputo colmare anche l'assenza del pubblico con una bellissima scenografia. Ci sarà modo di intrattenere e questo è l'obiettivo".

Anche se è al suo secondo festival, Mecozzi non nasconde un pizzico di emozione: "Quella c'è sempre, ogni volta che si sale su un palco, se poi è quello di Sanremo ancora di più. Rispetto a due anni fa sono più tranquillo e cerco di sostenere e trasmettere serenità ai Dellai. Li vedo molto concentrati e spero che questo li porti a fare una performance impeccabile".


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanremo, il Maestro Mecozzi torna all'Ariston: "Tutto è cambiato, ma si vive sempre una grande emozione"

RiminiToday è in caricamento