Festività all'insegna della sicurezza, l'amministrazione di Rimini ringrazia le forze dell'ordine

La città e i suoi eventi presi d'assalto dai turisti, palazzo Garampi: "Capillare attività di controllo e monitoraggio dell’ordine pubblico"

Migliaia di turisti e decine di eventi quelli che, nel lungo ponte tra il 25 aprile e il 1 maggio, hanno visto una Rimini presa d'assalto dai vacanzieri. Una settimana che, come ha spiegato in un comunicato l'amministrazione comunale, è trascorsa senza problemi di ordine pubblico grazie alla massiccia presenza delle forze dell'ordine. “Riteniamo doveroso esprimere il nostro sincero ringraziamento - spiega la nota del Comune di Rimini - nei confronti della Prefettura e di tutte le forze dell’ordine di stanza a Rimini per la capillare attività di controllo e monitoraggio dell’ordine pubblico durante il lungo ponte tra 25 aprile e 1 Maggio, caratterizzato a Rimini da un imponente flusso di turisti e un numero elevato di manifestazioni e eventi. Anche in questi giorni viene confermata l’efficacia e della bontà del lavoro portato avanti dalle forze dell’ordine, in collaborazione tra loro e con le istituzioni locali. Sappiamo tutti che negli ultimi mesi sono esponenzialmente aumentati i compiti e le responsabilità di chi difende la legge. Il fatto di saper rispondere adeguatamente anche alle nuove esigenze, mette in luce la competenza delle donne e degli uomini delle forze militari e di polizia, consentendo al nostro territorio di mantenere un’offerta turistica elevata e popolare in sostanziali condizioni di sicurezza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento