Cronaca

Fico Eataly World, a Bologna la più grande cittadella del cibo: "Lavorare sui collegamenti"

"Con questo progetto - afferma il sindaco e presidente della Provincia di Rimini, Andrea Gnassi - l'Italia conferma la sua leadership mondiale per ciò che riguarda il turismo enogastronomico"

Presentato all’ITB di Berlino il progetto di Fico Eataly World, il più grande parco europeo che sorgerà a Bologna dedicato all’agroalimentare, al cibo, alla biodiversità che si traduce in prodotti. "Con questo progetto - afferma il sindaco e presidente della Provincia di Rimini, Andrea Gnassi - l’Italia conferma la sua leadership mondiale per ciò che riguarda il turismo enogastronomico: sapere e sapori, cultura dell’alimentazione, agricoltura d’eccellenza come leve legate all’ospitalità e all’offerta turistica complessiva. E in questo senso Fico somma una quantità notevole di grandi numeri- 5 milioni di potenziali visitatori all’anno di cui 2 milioni provenienti dall’estero- che ne farà, come ha detto  Oscar Farinetti, ‘uno dei luoghi più visitati d’Italia, entrando nel grand tour turistico insieme a Roma, Venezia, Firenze, Milano e Rimini".

"Io credo che la provincia di Rimini e in generale l’intera costa della Romagna debbano guardare a questo nuovo progetto all’opposto di un elemento ostile, concorrenziale. Il territorio riminese sta investendo impegno e risorse sulla filiera del food e dunque Rimini, Riccione, la costa, l’entroterra sono naturali candidati a essere piattaforma di soggiorno per i milioni di viaggiatori che visiteranno Fico, una buona parte dei quali tedeschi, segmento turistico che ha il primato di arrivi e pernottamenti esteri in Italia e nella provincia di Rimini - prosegue Gnassi -. E’ chiaro che, affinché questa predisposizione naturale si consolidi a link strutturale, bisogna lavorare principalmente sul tema dei collegamenti".

"In questo senso decisivi diventeranno i programmi in corso di potenziamento della linea ferroviaria Bologna/Rimini, con la possibilità di percorrere la tratta in appena 44 minuti - chiarisce Gnassi -. l’apertura del sistema di Trasporto rapido Costiero per il collegamento lungo la linea di costa tra Rimini e Riccione; la conferma del treno Monaco/Rimini nella stagione estiva. Per questo è nostra intenzione sottoscrivere un protocollo tra Rimini e Fico e la Fondazione, promossa anche dall'Università di Bologna. Oltre ovviamente il comune Bologna che è partner di Fico".

"Rimini sarà la prima città d'Italia a sottoscrivere il protocollo, protocollo in cui si delineano azioni di collaborazione e promo commercializzazione di Fico e della città, per la predisposizione di pacchetti turistici comuni e per il rafforzamento strutturale dei collegamenti - conclude -. Io credo che solo così, cavalcando le opportunità attraverso politiche di sistema, si possa vincere quella sfida per intercettare milioni di viaggiatori internazionali all’anno su cui sono impegnate molte altre località al mondo, investendo su sinergie piuttosto che divisioni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fico Eataly World, a Bologna la più grande cittadella del cibo: "Lavorare sui collegamenti"

RiminiToday è in caricamento