rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Cronaca

Tecnologia e design protagonisti alla Fiera, un nuovo format per l'evoluzione di Tecnargilla

La fiera di Rimini è pronta a riaprire le porte dei suoi padiglioni per il salone leader a livello internazionale delle tecnologie e delle forniture per le superfici

È tempo di Tecna. La fiera di Rimini è pronta a riaprire le porte dei suoi padiglioni per il salone leader a livello internazionale delle tecnologie e delle forniture per le superfici, organizzato da Italian Exhibition Group in collaborazione con Acimac. Appuntamento da martedì 27 a venerdì 30 settembre 2022 presso il quartiere fieristico di Rimini con un nuovo format di fiera che raccoglie l'eredità di Tecnargilla (che nell'ultima edizione, nel 2018, richiamò 35mila visitatori), puntando su un inedito layout espositivo e tante novità. I riflettori si accenderanno come di consueto sulle più recenti innovazioni, con le anticipazioni dei trend tecnologici, estetici e di design, oltre a stimoli e novità sull'evoluzione della produzione industriale. Su un'area espositiva di 70mila metri quadrati un parterre di aziende tra le più qualificate del mercato nazionale e internazionale porteranno in fiera le loro più recenti soluzioni.

Attore protagonista sarà - come è naturale che sia - il made in Italy, che da tradizione esprime una posizione di leadership nel mercato mondiale e che al ritorno "a casa" dopo 4 anni è pronto a mostrare ai buyer provenienti da tutti i continenti le novità di sistema, tanto a livello di macchine quanto a livello di componenti e forniture. Grazie anche alla collaborazione con Ice-Agenzia, operatori provenienti, ad ora, da oltre 80 paesi hanno già mostrato il loro interesse ad avviare e consolidare partnership con gli espositori di Tecna. Paesi dell'America Latina, della Mena Region, Usa, Iran e India sono solo alcune delle aree di provenienza. C'è attesa poi per il Forum Africa, in programma giovedì 29 dalle ore 10.30 presso la Future Arena. L'evento, in lingua inglese, prevede una serie di workshop aziendali di buyer provenienti dal West Africa.

Anche tra gli espositori c'è una percentuale importante (il 30%) che proviene dall'estero, in particolare da Spagna, Turchia, Germania, Cina, Portogallo, Francia, Svizzera, Repubblica Ceca, Grecia e Stati Uniti. Tra le novità più importanti del salone l'allestimento di tre percorsi espositivi. A partire da Tecna Future Lab: una nuova area tematica che mira a raccogliere le ultime novità e stimoli in ambito di industria 4.0 e che vuole garantire continuità con il processo innovativo intrapreso dall'industria manifatturiera. Nell'ambito di questo progetto speciale l'evoluzione viene raccontata attraverso il tema dell'Industrial IoT (Internet of Things), dell'Intelligenza artificiale, dell'Additive Manufacturing, della Cyber Security e della Servitization, oltre ad un'area dedicata alle start-up.

Altre due aree richiameranno l'attenzione dei buyer: Decortech e Finishing, dedicate rispettivamente alle tecnologie per garantire alle superfici la migliore estetica possibile e alle tecnologie per la finitura e trattamento delle superfici.

Si sta definendo anche il programma di eventi di Tecna che vede protagonisti i temi della sostenibilità e della Ricerca&Sviluppo. Il convegno tecnologico "Sostenibilità in Ceramica" (mercoledì 28 settembre, ore 9.30) tratterà uno dei trend topic sia del settore dei costruttori di macchine per ceramica, sia delle ceramiche stesse che alla luce dell'attuale contesto geopolitico internazionale e del forte rincaro dei costi energetici stanno ridefinendo i propri processi e obiettivi. New entry di quest'anno i TecnAwards 2022, previsti per martedì 27 settembre alle 17. Con l'istituzione di questi premi, Tecna intende celebrare i migliori investimenti tecnologici realizzati dalla clientela internazionale nel periodo 2020-22 e sottolinea il suo ruolo di ponte tra il mondo della fornitura e la manifattura ceramica.

"Si tratta di una serie di appuntamenti e novità che definiranno l'evoluzione di Tecna - dichiara Paolo Lamberti, presidente di Acimac -, con l'obiettivo di rafforzare il suo ruolo come punto di riferimento mondiale per la tecnologia e l'innovazione. L'offerta sarà ancora più completa, per raccontare davvero "how to make it", come recita il claim della fiera, e per fornire risposte concrete e soluzioni sempre più efficaci a operatori e professionisti del settore, con una vocazione sempre più internazionale per il business. E tutto il comparto del nostro distretto è pronto per un grande ritorno di quella che possiamo considerare a tutti gli effetti la "nostra" fiera".

Presenza rinnovata a Tecna anche per Acimac, con circa 250 metri quadrati presso l'ingresso della Hall Est. L'Associazione si presenterà con un'area dedicata per tutta la sua rete di business unit. Ci sarà lo stand istituzionale, a disposizione di tutti gli associati per assistenza, supporto, informazioni e per presentare l'ampia gamma di servizi e attività associative. Poi lo stand della casa editrice Tile, punto di riferimento per il settore con le sue testate, e quello di Sbs - Scuola Beni Strumentali, l'ente di formazione di Acimac, che presenterà tutti i nuovi percorsi formativi riguardanti vari aspetti, dalle risorse umane all'amministrazione, dalla finanza al marketing eccetera. Infine, uno stand sarà dedicato a Intono, l'agenzia di comunicazione di proprietà di Acimac: sarà un laboratorio aperto e continuo per produrre vari contenuti multimediali legati alla fiera.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tecnologia e design protagonisti alla Fiera, un nuovo format per l'evoluzione di Tecnargilla

RiminiToday è in caricamento