rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Cronaca Cattolica

Premiate le ragazze coi tacchetti, la Figc dona materiale alla scuola che crede nel calcio femminile

Grazie all’adesione al progetto didattico-sportivo “Ragazze in gioco” promosso dalla Federazione sportiva

Due porte da un metro per un metro, dieci palloni, quattro sacche di delimitatori, per promuovere il calcio giovanile femminile. Questo il materiale tecnico “conquistato” dalla scuola secondaria di primo grado grazie all’adesione al progetto didattico-sportivo “Ragazze in gioco” della Figc. La consegna è avvenuta nei giorni scorsi al plesso “Emilio Filippini alla presenza della Dirigente Scolastica, Anna Rosa Vagnoni, il coordinatore del progetto, il professore Livio Vaccarini, il responsabile Figc per la provincia di Rimini dei progetti scolastici, Gianluca Melappioni, e l’Assessore alla Pubblica istruzione, Federico Vaccarini.

“Per le prime cento adesioni  – spiega Melappioni – la Figc ha omaggiato gli Istituti Scolastici con l’invio del materiale per la pratica sportiva. Ragazze in Gioco è un progetto sviluppato all’interno di Valori in Rete, l’accordo quadro tra la Figc e il Miur, con l’obiettivo di promuovere la pratica calcistica tra le giovani alunne e dare loro l’opportunità di poter giocare in un ambiente familiare, insieme ai propri insegnanti e ai compagni di classe”.

“Ho partecipato con piacere – aggiunge l’Assessore Vaccarini – alla consegna di questo materiale. Credo che incentivare la pratica del calcio femminile possa favorire l’integrazione di tutti, eliminando qualunque forma di pregiudizio o discriminazione. Parliamo di una disciplina sportiva finalmente sdoganata da preconcetti che relegavano il calcio a sport tipicamente maschile e per la quale le praticanti nel mondo sono in costante aumento. Oltretutto, il gioco in generale è sicuramente la maniera migliore per divertirsi e creare squadra”.

A livello nazionale il progetto, nello scorso anno scolastico, ha coinvolto 2.900 studentesse di 145 istituti. L’attività sportiva dedicata alle giovani calciatrici ha preso avvio alla fine dello scorso mese di maggio e si è svolta presso lo Stadio Comunale “Giorgio Calbi”. Le sessioni di allenamento sono state gestite da tecnici specializzati ed atleti del Cattolica calcio e Riccione Calcio Femminile, oltre che dallo stesso Professore Livio Vaccarini.

“La consapevolezza per tutte le ragazze partecipanti – sottolinea il professore Vaccarini - è quella di aver acquisito una confidenza maggiore nei confronti di questi gioco. A me la soddisfazione di aver insegnato qualcosa di “nuovo”, aver favorito la creazione di amicizie trasversali, consolidato un nuovo spirito di gruppo in chi non aveva mai approcciato gli sport di squadra e di averle viste uscire dal terreno di gioco sempre con il sorriso e con la voglia di tornare ancora”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premiate le ragazze coi tacchetti, la Figc dona materiale alla scuola che crede nel calcio femminile

RiminiToday è in caricamento