Fine settimana 'torrido' per i carabinieri di Riccione: in 21 finiscono denunciati

Posto di blocco all'uscita dell'A14 per pizzicare chi si mette al volante dopo aver alzato troppo il gomito

Un fine settimana 'torrido' per i carabinieri di Riccione che, nel corso del week end, hanno denunciato 21 persone per vari reati. In particolare, a finire nei guiai per furto aggravato, è stata una 50enne italiana che in un negozio di Misano si è impossessata di alcuni prodotti per la casa e, dopo averli nascosti nella sua borsa, ha cercato di allontanarsi senza pagare. A Riccione un 20enne bolognese, all'interno di un albergo della Perla Verde, ha cercato di rubare la borsa della titolare lasciata incustodita nella hall. La mossa è stata notata da una receptionist che ha immediatamente chiamato il 112 facendo accorrere una pattuglia dell'Arma. Denunciato per ricettazione, invece, un 35enne tunisino già noto alle forze dell'ordine che, controllato in viale Ceccarini, è stato trovato in possesso di un cellulare rubato nella mattinata di sabato sulla spiaggia di piazzale Roma. 

In puro stile americano, invece, un 17enne di Parma ha alterato il proprio documento di identità per risultare maggiorenne e acquistare alcolici in una nota discoteca. Il giovane è stato fermato per un controllo dai carabinieri e, al momento di esibire il documento, i militari dell'Arma si sono accorti subito della contraffazione. Nelle tasche del giovane, inoltre, sono stati trovati 5 grammi di hashish che gli sono valsi la segnalazione in Prefettura come assuntore di droghe. Denunciato per ubriachezza molesta un marocchino 30enne che, in preda ai fumi dell'alcol, ha iniziato a infastidire i passeggeri di un autobus di linea fino a costringere il conducente a fermarsi e a chiamare i carabinieri. Una 26enne romena, invece, si è beccata una denuncia per inosservanza del foglio di via emesso dalla Questura di Rimini.

I controlli dei carabinieri sono poi proseguiti per tutta la notte all'uscita del casello dell'A14 di Riccione. Un posto di blocco che ha passato al setaccio tutti gli automobilisti che arrivavano nella Perla Verde con l'obiettivo di pizzicare chi si era messo al volante dopo aver alzato troppo il gomito. Sono stati 300 i veicoli controllati con un bilancio di 10 persone segnalate in Prefettura come assuntori di sostanze stupefacente e 15 guidatori denunciati a piede libero per guida in stato di ebbrezza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento