Fioraio evade il fisco per oltre 2,5 milioni di euro: la Finanza gli sequestra i beni

Di fatto, dopo averlo verbalizzato più volte per mancate emissioni di scontrini fiscali, i militari hanno notato che, per gli anni d'imposta 2009 e 2010, non aveva presentato le dichiarazioni dei redditi, risultando pertanto evasore "totale"

La Guardia di Finanza di Rimini, a seguito di una verifica fiscale che ha consentito di constatare un’evasione di oltre 2 milioni 660mila euro di ricavi e di 266mila euro di Iva, ha eseguito un sequestro di conti correnti ed automezzi a carico di un fioraio di Novafeltria, per un valore complessivo di 266.428,85 euro. L'uomo, plurindagato per traffico internazionale di stupefacenti, di origini campane, ma da tempo domiciliato nel Montefeltro, ha svolto l’attività come ambulante per dieci anni utilizzando il suo “Ape Piaggio” e vendendo fiori e piante in altra provincia romagnola, fino a quando, nel 2011, ha deciso di aprire un negozio a Novafeltria, dove ha svolto l’attività commerciale, pur avendone formalmente dichiarato la sede legale in un comune del casertano.

Di fatto, dopo averlo verbalizzato più volte per mancate emissioni di scontrini fiscali, i militari hanno notato che, per gli anni d’imposta 2009 e 2010, non aveva presentato le dichiarazioni dei redditi, risultando pertanto evasore “totale”. L’articolata verifica fiscale è durata oltre un anno, a causa di ritardi comportati, non solo dalla lungaggine degli accertamenti bancari richiesti agli istituti di credito e di una  specifica richiesta di mutua assistenza amministrativa avanzata agli organi collaterali esteri per analizzare i rapporti commerciali intrattenuti con alcune società olandesi e portoghesi, ma soprattutto perché durante il controllo fiscale il fioraio è stato sottoposto a misure restrittive della libertà personale a seguito di specifica ordinanza emessa dal Tribunale di Napoli in quanto coinvolto in un’indagine del G.O.A. del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Napoli, in materia di stupefacenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I militari della Compagnia di Rimini hanno constatato ingentissimi ricavi non dichiarati sulla base degli acquisti intracomunitari “scoperti” per circa 1 milione 700mila euro rilevando, grazie alla collaborazione internazionale e la ricostruzione delle vendite effettuate in Italia, un’evasione di 2.664.000 euro di ricavi e di 266.000 euro di Iva. Al termine delle operazioni effettuate, avendo superato le soglie di punibilità penale, l'uomo è stato anche denunciato alla Procura della Repubblica di Napoli Nord (competente sulla sede legale) per omessa dichiarazione dei redditi e occultamento di documenti contabili, proponendo di richiedere al competente Giudice per le Indagini Preliminari il sequestro preventivo del profitto del reato, quantificato in 266.428,85 euro. Per la parte relativa alle imposte dirette, è stata invece effettuata specifica segnalazione all’Agenzia delle Entrate di Napoli, competente per l’accertamento e la quantificazione delle imposte evase. Il Tribunale di Napoli Nord, accogliendo in pieno la tesi dei verificatori, allo stato, ha emesso relativo decreto di sequestro preventivo eseguito dalla stessa Compagnia di Rimini, sequestrando tutti i conti correnti intestati al soggetto, un Fiat Ducato, 3 Ape Piaggio ed una Vespa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento