menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra il sindaco di Talamello, Novelli, e il prefetto Forlenza

Da sinistra il sindaco di Talamello, Novelli, e il prefetto Forlenza

Firmato il "patto per la sicurezza", in arrivo nuove telecamere a Talamello

Al lavoro su strategie congiunte volte a migliorare la percezione di sicurezza dei cittadini, a contrastare ogni forma di illegalità e a favorire l'impiego delle Forze di polizia

E’ destinato a crescere l’ambito di attuazione dei sistemi di prevenzione e di video sorveglianza nel territorio del Comune di Talamello che ha sottoscritto in Prefettura il “Patto per l’attuazione della Sicurezza Urbana” con la firma del docuemento da parte del sindaco Novelli. Firma del Patto che è “conditio sine qua non” per poter potenzialmente accedere al fondo speciale dello Stato, appositamente previsto per favorire l’installazione di sistemi di videosorveglianza da parte dei Comuni che ne facciano richiesta.

patto sicurezza - talamello - prefetto forlenza - sindaco novelli-2

Il Comune, nel quadro proposto dal Ministero dell’Interno in adesione alla normativa vigente, ha potuto inserire nel Patto di pertinenza elementi specifici del territorio di competenza e, pertanto, la sottoscrizione bilaterale (Comune/Prefettura) prevede per Talamello anche il monitoraggio delle vie di accesso del territorio cittadino con lettori di targa digitali e l’installazione di telecamere di videosorveglianza di contesto. Le parti, nel rispetto delle reciproche attribuzioni, si sono impegnate ad adottare strategie congiunte volte a migliorare la percezione di sicurezza dei cittadini, a contrastare ogni forma di illegalità e a favorire l’impiego delle Forze di polizia per far fronte alle esigenze straordinarie del territorio, richiamandosi al ruolo di centralità del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, quale sede privilegiata di esame e di coordinamento delle iniziative in materia di politiche di sicurezza urbana.

Il Patto prevede, inoltre, che presso la Prefettura-Ufficio Territoriale del Governo venga istituita una cabina di regia, composta dai rappresentanti delle Forze di polizia e della Polizia locale, con il compito di monitorare semestralmente lo stato di attuazione. Verifica che, tra l’altro, consentirà al Prefetto di acquisire i necessari elementi per la predisposizione della relazione informativa all’Ufficio per il coordinamento e pianificazione delle Forze di polizia del Dipartimento della Pubblica Sicurezza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Ritenzione idrica: come eliminarla in poche mosse

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento