Flash mob in piazza contro la chiusura delle scuole: "Manifesto contro la pandemia educativa"

Decine di zaini adagiati per terra e striscioni per chiedere la riapertura delle scuole. La protesta contro la didattica a distanza

Piazza Cavour invasa da decine di zaini adagiati per terra, sopra al tappeto rosso delle feste natalizie, e accompagnati da un cartello per dire non alla chiusura delle scuole e alla didattica a distanza.

Lunedì mattina in centro a Rimini, dalle 8 alle 13 via al flash mob per dire basta alla "pandemia educativa". Un'iniziativa senza sigle di associazioni o riferimenti politici, ma solo con l'obiettivo di fare tornare in classe i ragazzi delle superiori. Nonostante il maltempo, gli organizzatori si sono radunati con tanto di striscioni e uno stuolo di cartelle. "Nessuna attività è a rischio zero – si legge nel 'manifesto contro la pandemia educativa' che accompagna l’invito – occorre una programmazione della riapertura delle scuole che sia all’altezza delle aspettative degli studenti. Da questo dipende il loro futuro".

Una manifestazioni per ribadire che la Dad, diattica a distanza, "non è scuola", come si legge negli striscioni, soprattutto se prolungata per lunghi periodi. E, ancora altri striscioni recitano: "La scuola è a scuola". Scritte in nero e rosso, un allarme per ricordare le difficoltà vissute dalle migliaia di giovani che stanno seguendo le lezioni da casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

Torna su
RiminiToday è in caricamento