Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca

FlixBus scommette su Rimini e aggiunge nuove destinazioni. Il Centro Studi collegato con oltre 50 città

La società lancia anche le prime tratte interne all’Emilia Romagna, offrendosi come soluzione di mobilità ideale anche per chi arriva dall’estero

In vista dell’estate, FlixBus torna a investire sul Riminese e porta a oltre 50 il numero delle località collegate con la provincia. L’estensione delle tratte permetterà a chi parte dal territorio di ampliare le proprie opportunità di viaggio, e allo stesso tempo consentirà ai visitatori di raggiungere più facilmente la Riviera. Oltre che nel Riminese, FlixBus potenzia la sua rete su tutto il territorio regionale, potenziando le tratte fra diverse località emiliane e romagnole e le altre regioni italiane, oltre che i Paesi vicini.

Coerentemente con la volontà di supportare il turismo incoming e contribuire attivamente alla valorizzazione del patrimonio locale, la società lancia anche le prime tratte interne all’Emilia Romagna, offrendosi come soluzione di mobilità ideale anche per chi arriva dall’estero grazie a un sistema di prenotazione pratico e immediato, disponibile in 30 lingue anche su sito e app. A sua volta, il consolidamento in Emilia Romagna rientra in una generale espansione della rete a livello nazionale, perseguita, come sempre, nel rispetto di un esaustivo protocollo di sicurezza e con un occhio di riguardo per i medi e piccoli centri: non a caso, il 40% delle fermate FlixBus in Italia si trova in località con meno di 20.000 abitanti.

Al via le prime tratte regionali con Rimini

Con l’estensione dei collegamenti fra il terminal situato presso il Centro Studi e oltre 50 città, Rimini si riconferma una destinazione turistica di spicco e un nodo strategico nella rete di FlixBus. Un avvenimento importante è rappresentato dalla partenza dei collegamenti fra Rimini e altre città in Emilia Romagna: infatti, è già possibile prenotare corse senza cambi verso Ravenna, collegata in un’ora e 20 minuti, e Bologna, raggiungibile in circa un’ora e 50 minuti. Con queste tratte, a cui si aggiungeranno, da giugno, quelle operative con Cesena e Parma, FlixBus punta, allo stesso tempo, ad agevolare la mobilità di chi parte dal territorio e a veicolare i flussi di visitatori lungo itinerari meno noti, creando opportunità per il turismo locale.

I primi collegamenti regionali si aggiungono a quelli già attivi con alcune fra le maggiori città del Paese, come Milano, Venezia, Roma, Napoli e Bari, importanti destinazioni di medie dimensioni come Pesaro, Ancona, Civitanova Marche, Pescara e Salerno e centri universitari rinomati come Padova e Perugia. Il 13 giugno, inoltre, FlixBus aggiungerà ulteriori collegamenti diretti giornalieri verso la Riviera, che permetteranno di raggiungere direttamente da Torino e Milano le stazioni balneari riminesi di Marebello, Rivazzurra e Miramare e le località di Riccione, Misano Adriatico e Cattolica.

Ma Rimini si conferma anche uno snodo cruciale sulle direttrici del turismo internazionale che attraversano l’Emilia Romagna, grazie ai collegamenti attivi con città come Lugano e Zurigo, in Svizzera, e Monaco di Baviera, Stoccarda e Francoforte, in Germania.

Si rafforzano i collegamenti con i centri medi

Oltre alla provincia di Rimini, in Emilia Romagna gli autobus di FlixBus operano collegamenti anche con Bologna, Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Ferrara, Ravenna e Cesena a cui si aggiungeranno dalle prossime settimane anche Porto Garibaldi, Mirabilandia, Lido di Classe, Lido di Savio, Milano Marittima, Cervia, Forlì e Cesenatico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

FlixBus scommette su Rimini e aggiunge nuove destinazioni. Il Centro Studi collegato con oltre 50 città
RiminiToday è in caricamento