rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Cronaca Riccione

Focus su Villa Alta, i residenti chiedono più decoro urbano e pulizia dopo l'apertura delle discoteche

Incontro tra cittadini e amministrazione: tra gli interventi ampliamento della palestra di quartiere, una pista ciclopedonale e rotatoria all’incrocio con la statale per mettere in sicurezza via Abruzzi

Ampliamento della palestra di quartiere, una pista ciclopedonale e rotatoria all’incrocio con la statale per mettere in sicurezza via Abruzzi, nuovi asfalti e marciapiedi in numerose vie, pulizia dei fossati per evitare allagamenti e fototrappole per multare chi abbandona i rifiuti lungo la strada, più attenzione al decoro urbano. Sono le opere annunciate (alcune già in fase di realizzazione) nella palestra di via Abruzzi, Villa Alta, dove si è tenuto il quarto appuntamento di #riccionepartecipa, il viaggio nei quartieri della giunta comunale di Riccione.

La sindaca Daniela Angelini ha garantito che il contrasto al degrado, il ripristino degli asfalti e dei marciapiedi avranno priorità da subito. “In genere le amministrazioni queste cose le lasciano per ultime, nell’arco di una legislatura - ha detto la sindaca -. Noi queste opere le realizzeremo subito perché crediamo che siano necessarie”. L’amministrazione ha aumentato il capitolo di queste spese da 1,7 a 2,2 milioni di euro l’anno. “Ma potremo impiegare anche altre risorse non appena si renderanno disponibili”, ha aggiunto l’assessore al Bilancio Alessandro Nicolardi.

A spiegare i numerosi interventi previsti per il quartiere Villa Alta è stato l’assessore ai Lavori pubblici Simone Imola, partendo dalla palestra. “Attraverso un project financing amplieremo la palestra, realizzando due nuove ali: la struttura avrà così la possibilità di ospitare eventi anche di alto livello, in particolare per la ginnastica”.

La pista ciclopedonale

E’ in corso di realizzazione la pista ciclopedonale che da Scacciano (territorio di Misano Adriatico), lungo il lato della strada che costeggia il Peter Pan, arriverà alla palestra, completando la pista che è già presente lungo via Abruzzi. E’ prevista invece per il 2023 la sostituzione del semaforo all’incrocio tra Statale e via Abruzzi con una rotatoria dal costo previsto di 250.000 euro. Spariranno di conseguenza le telecamere da quel semaforo, con il risultato che il Comune incasserà meno per le multe. “Ma la nostra priorità - ha spiegato la sindaca - non è fare cassa ma mettere le strade in sicurezza”.

Sempre Imola ha poi osservato che partirà a breve - come richiesto anche dai residenti presenti all’incontro - la pulizia dei fossati, attesa ormai da molti anni. Tra le proposte arrivate dai residenti è emersa l’esigenza di un ulteriore dissuasore stradale per via Ortona, “dove le auto corrono troppo e i tombini su cui transitano di notte fanno troppo rumore”.

Le corse in via Caprera

A farsi portavoce di un gruppo di residenti di via Caprera, che “non sono potuti essere presenti”, è stata la consigliera comunale Ester Sabetta, sollevando numerosi problemi, a partire dalla pericolosità del traffico. “Via Caprera è diventata uno dei principali collegamenti tra Riccione e Misano, sia di giorno che di notte. I residenti chiedono che sia ripristinato il manto stradale ma soprattutto che venga rallentata la corsa delle auto con l’utilizzo di dissuasori di velocità e di un autovelox. Manca incontro la segnaletica orizzontale, ormai cancellata. Per raggiungere la scuola dell’infanzia non c’è un marciapiede”. Sempre Sabetta ha poi fatto presente che da tempo, a causa di un incidente stradale, la pensilina della fermata degli autobus in via Abruzzi è stata distrutta senza essere sostituita”. La giunta comunale ha preso l’impegno di farsi carico di tutti i problemi segnalati.

Il giardino dell’asilo Belvedere

E’ inoltre emerso, durante l’incontro di #riccionepartecipa, che diversi genitori lamentano la pavimentazione disastrata e le condizioni del giardino della scuola per l’infanzia Belvedere. “Il giardino del Belvedere - ha spiegato la vicesindaca e assessora alla Pubblica istruzione Sandra Villa - sarà uno dei primi a essere sistemato. Stiamo compiendo un’analisi di tutti i giardini delle scuole proprio per apportare le migliorie necessarie”.

Rifiuti, fototrappole e multe

Tra le problematiche sollevate dai residenti di Villa Alta, come del resto emerso anche in altre aree della città, c’è quello dell’abbandono dei rifiuti lungo le strade. “E’ un problema che ci riguarda tutti perché siamo noi cittadini a compiere certi gesti - ha premesso l’assessore all’Ambiente Christian Andruccioli -. Purtroppo c’è il malcostume di seguire il cattivo esempio: trovo dei rifiuti a terra e penso che sia legittimo gettarci sopra anche i miei. Succede in particolare per gli sfalci. Insieme all’assessorato alla Polizia locale stiamo già programmando l’impiego delle fototrappole con la finalità di multare, possibilmente con l’importo massimo previsto, chi abbandona i rifiuti. Deve essere chiaro che a Riccione certe cose non si possono più fare e che non si resta impuniti”.

Ripristino del decoro dopo l’apertura delle discoteche

La rimozione degli aghi di pino lungo le strade secondarie è un altro dei problemi lamentati. “Fino a poco fa anche viale Abruzzi era considerata da Hera secondaria. Abbiamo chiesto e ottenuto che venga pulita subito dopo le giornate di maltempo, in particolare con forte vento, che riempiono le strade di aghi di pino. Ovviamente nelle vie di minore scorrimento i tempi di intervento saranno più lunghi ma non possono essere infiniti. Vigileremo affinché non lo siano”. Interventi più tempestivi sono stati chiesti a Hera anche per la pulizia delle strade nelle zone più vicine alle discoteche, altro problema molto sentito dai residenti. “Ci facciamo dare il calendario di apertura delle discoteche - ha concluso Andruccioli - proprio per potere fare pulire le strade già dal giorno dopo. Il ripristino del decoro deve essere quasi immediato”.

La ripartenza del Buon vicinato

Infine il centro di quartiere “Buon vicinato Colle dei pini”, di cui ha chiesto conto la consigliera Sabetta. “Lo stiamo facendo ripartire - ha riferito l’assessora ai Quartieri Marina Zoffoli -. Era in stato di abbandono: abbiamo cercato diverse persone per gestirlo e si è formato un comitato di volenterosi formato sia da nuovi componenti che da figure storiche del quartiere”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Focus su Villa Alta, i residenti chiedono più decoro urbano e pulizia dopo l'apertura delle discoteche

RiminiToday è in caricamento