Cronaca

Folle inseguimento sulla Consolare, catturato dai carabinieri dopo la fuga da San Marino

Pomeriggio di follia per un 47enne ubriaco al volante di Bmw che ha scatenato il caos nella Repubblica del Titano

Ha scatenato il caos sulle strade della Repubblica di San Marino e, dopo essere sfuggito alle forze dell'ordine del Titano, ha proseguito la sua folle corsa in Italia dove è stato bloccato dai carabinieri. Pomeriggio di follia per un 47enne di Gabicce che, al volante della sua Bmw, è stato protagonista di un inseguimento a cavallo del confine di Stato. Tutto è iniziato intorno alle 17.30 quando, sul Titano, è stata segnalata l'auto che procedeva a velocità sostenuta sulla superstrada. Il veicolo è stato intercettato da una pattuglia della Polizia Civile che, a oltre 100 chilometri all'ora, si è messa all'inseguimento. Il guidatore, invece di fermarsi, ha spinto ancora di più sull'acceleratore speronando i veicoli davanti a lui e andando a sbattere contro le altre auto. Arrivato al confine ha tamponato i mezzi delle forze dell'ordine sammarinesi, che tentavano di tagliargli la fuga, con due agenti sammarinesi che sono rimasti leggermente feriti per poi entrare in Italia.

La polizia del Titano ha allertato i carabinieri che, a loro volta, si sono messi alla ricerca del fuggitivo fino ad intercettarlo a Cattolica. I militari dell'Arma sono riusciti a bloccare la Bmw e a fermare il 47enne alla guida risultato poi positivi all'etilometro. L'uomo, al termine degli accertamenti, è stato denunciato in Italia per guida in stato di ebbrezza, e a San Marino per danneggiamento delle auto, per non essersi fermato all'alt della polizia e per la violazione delle norme Covid perché, come risulta dalla telecamere al confine di Stato, è entrato ed uscito dal territorio sammarinese senza fermarsi e senza alcun motivo di necessità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Folle inseguimento sulla Consolare, catturato dai carabinieri dopo la fuga da San Marino

RiminiToday è in caricamento