Bellaria stanzia 16mila euro per cinque giovani realtà imprenditoriali

L’iniziativa, istituita nel 2010 e giunta alla quarta edizione, ha confermato anche quest’anno l’intento di promuovere lo sviluppo economico cittadino e sostenere l’occupazione

Sono cinque le giovani realtà imprenditoriali che godranno di incentivi dai 3.000 ai 3.600 euro, spartendosi un fondo di oltre 16.000 euro, messi a disposizione dal Comune di Bellaria nell'ambito dell’edizione 2013 del bando per l’erogazione di contributi all’imprenditoria giovanile. L’iniziativa, istituita nel 2010 e giunta alla quarta edizione, ha confermato anche quest’anno l’intento di promuovere lo sviluppo economico cittadino e sostenere l’occupazione, con un’attenzione particolare ai giovani che si avvicinano all’impresa e alla libera iniziativa, avviando le proprie attività a Bellaria Igea Marina.

Nel bando erano sostanzialmente confermati i requisiti richiesti ai candidati gli scorsi anni, e l’esclusione, da questa edizione, di quelle imprese che abbiano sospeso i pagamenti di gestione e contributi durante alcuni periodi dell’anno: un provvedimento rispondente alla volontà di rendere l’iniziativa ancora più marcatamente rivolta alle attività a carattere annuale.

Una modifica approvata dal Consiglio Comunale lo scorso aprile, che si è unita a quelle apportate al regolamento lo scorso anno, con le quali già si erano disciplinate alcune casistiche legate ai beneficiari (come il caso dell’irregolarità contributiva), specificando inoltre che in caso di società l’incentivo viene erogato solo a “società di persone” (escluse quindi le società di capitale).

Le nuove imprese contemplate dal bando, sia individuali che societarie, sono quelle aventi sede operativa ed eventuali unità locali nel territorio del Comune di Bellaria Igea Marina, il cui titolare o l'intera compagine societaria non abbiano ancora compiuto trentacinque anni di età se uomini, e quaranta anni se donne; iscritte al registro imprese nei 180 giorni precedenti e nei 90 successivi alla data di pubblicazione del bando; e il cui titolare o almeno il 50% della compagine societaria sia residente nel territorio comunale da almeno cinque anni.

In questa edizione 2013 sono state un totale di sette le domande presentate agli uffici comunali, di cui cinque ammesse a contributo: tre sono imprese individuali “maschili”, ognuna delle quali otterrà un incentivo di 3.000 euro; due sono realtà “rosa”, che beneficeranno, come da bando, di un contributo maggiorato del 20 %, ovvero 3.600 euro. Nello specifico, una delle ditte aggiudicatarie opera nel campo del giardinaggio e della manutenzione di aree verdi, un’attività è di carattere commerciale (abbigliamento e profumeria), poi una parrucchiera, una ditta che opera in campo informatico e una impegnata nel settore pesca: in questi giorni gli uffici comunali stanno già liquidando la prima rata a beneficio dei vincitori 2013 (pari alla metà del contributo totale), insieme alla seconda rata (pari al 25 % del contributo totale) a beneficio dei vincitori 2012, e alla terza rata (anch’essa pari al 25 % del contributo totale) destinata ai beneficiari del bando 2011.

IL SOSTEGNO ALL’IMPRENDITORIA GIOVANILE: 2010 – 2013 - Per l’edizione inaugurale del 2010, erano state sette le domande giunte agli uffici comunali, di cui cinque ammesse a contributo per la spartizione di un primo stanziamento di 15.000 euro. A quattro di queste giovani realtà imprenditoriali era stato destinato un sostegno economico base, equivalente a 2.885 euro; a un’altra azienda, poiché ne era titolare una donna, era stato destinato lo stesso contributo maggiorato del 20 %, ovvero un totale di quasi 3.500 euro.

Per l’anno 2011, con uno stanziamento totale di circa i 16.000 euro, le domande giunte in Comune sono state otto, di cui cinque ammesse a contributo: tre uomini e due donne. Le somme erogate ai beneficiari hanno raggiunto i 3.600 euro per le due imprese ‘rosa’ e circa 3.000 euro per le altre tre. Per il 2012, erano state sei le domande pervenute agli uffici comunali, quattro delle quali, tutte ditte “maschili” e individuali, ammesse a contributo. Ogni beneficiario ha acceduto a un contributo pari a 3.000 euro, ovvero il tetto massimo per le ditte maschili.

Con l’aggiudicazione di questi giorni, salgono quindi a diciannove le giovani nuove realtà imprenditoriali di Bellaria Igea Marina sostenute dall’iniziativa istituita dall’Amministrazione Comunale, per un totale di circa 60.000 euro investiti sul territorio, per attività economiche frutto della voglia di mettersi in gioco dei giovani residenti, nate ed operati a Bellaria Igea Marina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento