Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Forza Italia: Nuova vita alle periferie dimenticate e asilo gratis per le giovani famiglie

Fi inaugura la campagna elettorale e punta sulle zone della città che vivono gravi mancanze: "Serve più controllo sul territorio"

Ha scelto la cornice del Rock Island per inaugurare la campagna elettorale, in un locale simbolo di Rimini. Forza Italia ha presentato la lista dei 32 candidati alle comunali di giugno giovedì 12 maggio. Gli azzurri ribadiscono subito che il vero centrodestra è Forza Italia, rinnovato e solito. L'età media è di 45 anni, il più giovane ne ha 19 e tra i candidati c'è anche Arber Plaku, 29 anni, direttore del Cocoricò di Riccione. Durante l'incontro si sono alternati molti interventi moderati dal coordinatore riminese Carlo Rufo Spina, presente il coordinatore provinciale Giulio Mignani, il capolista Nicola Marcello consigliere uscente, l’ex presidente del quartiere 1 Giuseppe Riccio e l’ex consigliere Umberto Casalboni. Il candidato sindaco Marzio Pecci punta dritto al centro della questione e illustra nei dettagli le mancanze nelle periferie e la possibilità di fare un vero cambiamento di rotta nelle politiche locali a favore del ceto debole e medio sempre più impoverito. E' necessario secondo Fi sostenere le piccole attività commerciali, i piccoli imprenditori. Forza Italia si candida come un "faro nel grigiore riminese", in un territorio dove secondo Pecci servono più controlli. Il candidato a sindaco ribadisce la necessità di una diminuzione delle tasse locali, recuperando il denaro dalla dismissione delle partecipate, e aiuti più sostanziosi alle giovani famiglie, proponendo asili gartis allegiovani coppie. Ad accendere il dibattito sono invece i quartieri più periferici, Marcello evidenzia infatti che i lampioni a Viserba hanno quasi cinquant'anni e per quanto riguarda le rotonde la situazione è ben diversa rispetto alle zone centrali. 

Tra i punti chiave affrontati anche il tema dei controlli nelle scuole, tema che affiora in riferimento al caso della maestra finita ai domiciliari per aver maltrattato dei bambini. Nicola Marcello non sposa la scelta di inserire telecamere nelle strutture, ma al contrario lavorare a monte con costanti e seri controlli sul personale con una vigilianza attenza. Riflettori anche sull'Europa e viene condivisa l'intenzione di creare un "Parlamentarium" per fruire dei fondi europei e delle opportunità che l'Europa può offrire, senza lasciarsi sfuggire opportunità economiche interessanti e utili per la città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forza Italia: Nuova vita alle periferie dimenticate e asilo gratis per le giovani famiglie
RiminiToday è in caricamento