rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Cronaca

L'allarme di Forza Italia: "Sanità con i conti in profondo rosso, l'Ausl rischia il commissariamento"

Sempre secondo Forza Italia l'Ausl Romagna in 10 mesi ha un passivo di Bilancio di quasi 200 milioni di euro

"Dai bilanci preventivi 2022 delle Ausl emiliano romagnole emerge un buco di oltre 838.004.875 euro. Le Ausl hanno incrementato del 4-500% il proprio indebitamento rispetto alle previsioni dell’anno scorso. Dati alla mano ho chiesto alla Giunta che chiarisca per i cittadini qual è il piano di rientro o se il fantasma del commissariamento che aleggia sulla sanità diventerà realtà». Lo dichiara Valentina Castaldini di Forza Italia, durante un'interrogazione in Consiglio Regionale.

Se nel 2021 i bilanci preventivi delle Ausl emiliano romagnole erano in negativo di 319 milioni di euro, oggi il buco di bilancio sarebbe lievitato a 838.004.875 euro. Le Ausl da Piacenza a Rimini hanno deliberato i bilanci preventivi a fine ottobre, quindi, con dieci mesi di prestazioni già erogate e con aziende sanitarie che hanno incrementato del 4-500% il proprio indebitamento rispetto alle previsioni dell’anno precedente. Sempre secondo Forza Italia l'Ausl Romagna in 10 mesi ha un passivo di bilancio di quasi 200 milioni.

"Se nel 2021 il bilancio preventivo in rosso è stato, a fatica, portato in pareggio nella fase del bilancio consuntivo con fondi straordinari statali e pay-back farmaceutico. Cosa accade adesso?", chiede la consigliera regionale Castaldini.

"La notizia del buco di quasi 200 milioni del Bilancio dell'Ausl Romagna nel Bilancio Preventivo al 31 ottobre è allarmante. Lo spettro del commissariamento è reale se non si coprirà il buco con fondi extra da parte della Regione Emilia Romagna o dello Stato - dichiara Mario Erbetta, coordinatore commissario di Forza Italia della Città di Rimini che continua -. Ma la cosa che lascia esterefatti e che i servizi ai cittadini che l'Ausl Romagna fornisce sono sempre più deficitari: liste di attesa lunghissime per esami e visite specialistiche oltre a ore e ore di attesa ai pronto soccorso carenti di medici e infermieri".

E aggiunge: "Il buco di bilancio sicuramente sarà stato aggravato dalla crisi energetica come dice l'assessore alla Sanità Regionale ma questa non può essere la giustificazione per una Ausl Unica Romagna che sta evidenziando tutti limiti di un progetto fallimentare che di fatto è rimasto unico in Emilia Romagna". E conclude: "Bisogna fare una riflessione seria se a Rimini serve l'Ausl Romagna Unica o se sarebbe meglio ritornare a una Ausl Provinciale per la salvaguardia delle nostre eccellenze e per migliorare i nostri servizi ai cittadini Riminesi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'allarme di Forza Italia: "Sanità con i conti in profondo rosso, l'Ausl rischia il commissariamento"

RiminiToday è in caricamento