menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Forza una finestra e si installa nell'albergo chiuso, arrestato dalla polizia

Notte rocambolesca quella tra giovedì e venerdì con il proprietario della struttura ricettiva che si è trovato faccia a faccia col malvivente

Notte rocambolesca quella tra giovedì e venerdì con il titolare di un albergo di Marina Centro, attualmente chiuso, che si è trovato faccia a faccia con un malvivente che si era installato nella struttura ricettiva. L'allarme è scattato intorno all'1.45 quando il titolare dell'hotel di viale Trento ha chiesto aiuto alla polizia di Stato e, sul posto, si è precipitata una Volante. Secondo quanto ricostruito, verso mezzanotte e mezza il proprietario dell'albergo è stato avvisato dall'impianto d'allarme che qualcuno si era introdotto nella struttura e che si stava aggirando tra i piani. L'uomo, quindi, ha iniziato una perlustrazione partendo dall’ultimo piano e notando al buio un fascio di luce da torcia che si muoveva nella struttura. Arrivato nel punto dell'avvistamento, il titolare ha provveduto ad accendere tutte le luci notando così una porta finestra affacciante sul cortile interno del piano terra aperta che in precedenza era chiusa. Allo stesso tempo, sul divano della hall, era presente uno zaino sospetto che ha attirato l'attenzione del proprietario. Avvicinandosi, l'uomo ha così trovato dietro al divano il malvivente che si stava nascondendo e che vistosi scoperto ha cercato di giustificarsi ma quando ha capito che sarebbe arrivata la polizia il ladro ha spintonato il proprietario dandosi alla fuga. 

In quel momento, però, sul posto è arrivata la polizia di Stato con gli agenti che sono riusciti subito ad intercettare il fuggitivo e a bloccarlo. A finire nella rete del personale della Questura di Rimini è stato un 44enne libanese trovato in possesso di vari arnesi da scasso, tra cui un apribottiglie di colore nero con leva togli tappo, all’interno della tasca anteriore sinistra una forcina da disegno modificata per forzare i lucchetti oltre ad un grimaldello multiuso di colore nero contenente sei attrezzi differenti, in più all’interno dello zaino del soggetto veniva rinvenuta una torcia a led frontale. Portato negli uffici di piazzale Bornaccini è risultato essere un clandestino vecchia conoscenza delle forze dell'ordine per reati che vanno da quelli contro il patrimonio, la pubblica amministrazione, la detenzione di sostanze stupefacenti al fine di spaccio e l’Immigrazione clandestina. Arrestato, sarà processato per direttissima venerdì mattina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Rimini è pronta a sbocciare con ventimila fiori, tra natura e bellezza

Sicurezza

Aceto per le pulizie di casa? Ecco come usarlo

Attualità

Ciclismo, il "Giro di Romagna per Dante Alighieri" fa tappa nel riminese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento