Al via la trentesima edizione di SalusErbe: tutte le foto

Un appuntamento che, guardando con orgoglio al passato, si è rinnovato in sintonia con il presente, rivolgendosi all’intero settore del naturale, della cosmetica, dell’alimentazione e dei prodotti bio

Si è aperta domenica la trentesima edizione di SalusErbe, la manifestazione che negli anni è diventata un classico evento di primavera dedicato all'erboristeria e all'ambiente, festeggia trent'anni. Un appuntamento che, guardando con orgoglio al passato, si è rinnovato in sintonia con il presente, rivolgendosi all’intero settore del naturale, della cosmetica, dell’alimentazione e dei prodotti bio. Una festa “dal cuore verde” nata a Saludecio nel 1988, che ai suoi visitatori offre un borgo storico ricco di arte e di cultura, e un programma ampio, rivolto a specialisti, appassionati del naturale e semplici curiosi.

Scarpign & Co è il titolo dell'edizione 2017, che evoca i sapori e saperi della tradizione popolare delle campagne, ancora oggi fondamentali per migliorare la qualità della vita con comportamenti e stili eco-consapevoli. E' anche un omaggio alle origini di SalusErbe, nato dalle tradizioni del territorio in cui si svolge, in particolare alle erbe spontanee e ai loro usi legati a Gaetano Casadei, erborista autodidatta originario di Saludecio. Scarpign è il termine dialettale per indicare lo Scarpigno o Crespigno, il principe delle erbe di campagna romagnole, fondamentale nel “companatico” della piadina e per insaporire le insalate rustiche. Ha un suo ruolo anche in medicina per le sue proprietà digestive, depurative, diuretiche, ipoglicemizzanti e lassative.

A SalusErbe, che proseguirà anche lunedì e martedì, si potrà partecipare a incontri e whorkshop a tema, seguire percorsi culturali e museali, visitare le mostre “Trent'anni di SalusErbe”, “Le erbe di Gaetano”, “Il vino illustrato”, “La contrada delle tradizioni”, “Il Riciclo in gioco”. Importanti gli appuntamenti dedicati alla cura della persona, con trattamenti gratuiti che andranno dalla riflessologia plantare al kobido, massaggio giapponese del viso, al lavoro con le vibrazioni delle campane tibetane.  Per tutti gli amanti del naturale, per coloro che cercano cibi coltivati secondo tradizione, per chi desidera prendersi cura del proprio corpo ricorrendo a rimedi antichi, non mancherà il “Mercatino di primavera”, che si snoda lungo le vie e le piazze del borgo, rinominate per l’occasione, dalla “Via delle Erbe e della Salute” a “La Strada delle Officine”, da “La piazza dei sapori” al “Vicolo delle solidarietà”. A queste si aggiungono per la prima volta quest’anno “La piazzetta bio”, “L’angolo del vino”, “Il portico dei saperi”.

Nel parco delle Rimembranze, rinominato per la kermesse "parco della Pace" le associazioni e gli animatori proporranno laboratori ed attività per bambini e genitori.  Tra le principali novità c'è il “Giardino dei Profumi”, che fuori Porta Marina ospiterà tutti i vivaisti di piante aromatiche e fiori, utensili ed attrezzature per l'orto e per il giardinaggio. Per deliziare occhi e palato ci saranno punti ristoro che offriranno specialità gastronomiche o menù a tema dedicati a “Cibi e delizie verdi”. Non mancheranno infine, negli angoli del borgo e tra i banchi del mercatino, musica, interventi di teatro popolare e artisti di strada, che animeranno i tre pomeriggi di festa. Lo Ial proporrà uno show cooking (da non perdere la piada ubriaca con vino nell'impasto) e lunedì verrà organizzata una curatissima cena vegetariana nel Convento (su prenotazione). Tutta l'offerta della ristorazione e locande è prevalentemente vegetariana. Nelle cantine di palazzo Albini la mostra sul vino con degustazioni, mentre il liquorificio Albimonte, neonata distilleria di Saludecio, presenterà i propri elisir. D

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento