menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fronte comune delle associazioni culturali per la ricostruzione del Teatro Galli

Un fronte comune composto da Italia Nostra e dal Comitato per la bellezza; dall'Associazione Bianchi Bandinelli, istituto di ricerca fondato da Giulio Carlo Argan e dall'Associazione Rimini citta' d'arte 'Renata Tebaldi'

Un fronte comune composto da Italia Nostra e dal Comitato per la bellezza; dall'Associazione Bianchi Bandinelli, istituto di ricerca fondato da Giulio Carlo Argan e dall'Associazione Rimini citta' d'arte 'Renata Tebaldi', per chiedere la ricostruzione del Teatro Galli di Rimini, ''come era e dov'era'' mettendo fine a ''una storia italiana di errori e dissipazioni''. Poco gradita alle diverse associazioni che, in una nota congiunta, vanno all'attacco degli ultimi progetti di ricostruzione del Teatro di Luigi Poletti ferito dai bombardamenti del 1943 e ancora in attesa, a settant'anni dagli ordigni esplosi nella Seconda Guerra Mondiale, di una nuova vita.

Vita, secondo i firmatari della nota, che dovrà rinascere da una ripresa dei disegni dettagliati dell'opera di Poletti e non dall'ultimo progetto adottato dall'Amministrazione riminese che, a loro dire, metterebbe a rischio, l'area in cui si trova il teatro, a partire dal fossato del vicino Castel Sismondo. ''Per anni - si legge nella nota - si sono buttati miliardi, ora si ignorano progetti e vincoli. Auspichiamo che l'opinione pubblica fermi lo scempio. A Fano - concludono le associazioni - un altro bellissimo teatro del Poletti, semidistrutto dalla guerra, è stato filologicamente ricostruito sui disegni originali ed è felicemente in attività da un ventennio''.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento