rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Cronaca Riccione

Gli educatori del Centro21: "Non avremmo mai voluto che fosse una tragedia a far capire al mondo la nostra forza"

Al termine della cerimonia sono stati letti anche i messagi degli educatori che, una per una, hanno ricordato i 7 angeli di Riccione

Un ultimo e straziante messaggio di saluto quello che gli educatori del Centro 21 hanno voluto scrivere per le vittime della strage in A4 dove oltre a Massimo Pironi e all'educatrice Romina Bannini hanno perso la vita Maria Aluigi, Alfredo Barbieri, Francesca Conti, Rossella De Luca e Valentina Ubaldi. Dalila, la sorella di Rossella De Luca, si è inginocchiata sulla bara abbracciando per l'ultima volta la sua "amica di una vita". Sulla bara, un fiocco di tulle bianco, perchè Rossella avrebbe voluto sposare Alfredo, morto con lei nell'incidente. "Adesso sono insieme, speriamo che possano essere felici - ha detto Dalila - io sono sempre stata insieme a lei, sfidando i pregiudizi e l'ignoranza, abbiamo fatto sempre tutto noi due, siamo anche andate al concerto di Jovanotti. Erano felicissimi per questo viaggio, era il loro primo viaggio insieme". Le famiglie di Alfredo e Rossella  piangono insieme e si abbracciano in lacrime. Sulla bara dell'ex sindaco Massimo Pironi, la maglietta dell'Inter. Patrizia Rossi, vedova di Massimo, dice: "Il carattere lo rendeva proiettato verso gli altri. Questo suo dedicarsi agli altri ci faceva arrabbiare, ingelosire, ma era così, ha fatto quello che voleva fare. Ma il destino ha deciso che doveva interrompersi. Lascia tanto". La mamma di Maria Aluigi, una delle vittime dell'incidente, è anche presidente dell'associazione Centro 21. Dice: "Io perso mia figlia ma anche una figlia adottiva, Romina, e un grande amico, Massimo. Erano i pilastri della cooperativa. Andremo avanti, più forti di prima, tanti hanno bisogno di noi. Il punto è come andremo avanti, vedremo come fare. Il ricordo di Maria? Lei mentre balla, era il suo modo di esprimersi, era felice".

Lo stadio gremito per dare l'ultimo addio ai 7 angeli di Riccione

Al termine della cerimonia sono stati letti anche i messagi degli educatori che, una per una, hanno ricordato i 7 angeli di Riccione. "L'altro giorno Cristina cl ha chiesto se avessimo un pensiero da riferire ai ragazzi, a Massimo e Romina - spiegano - Dopo una lunghissima riflessione di 35 secondi cominciamo da te Alfi. Alfi, lassù con la tua fuoriserie un bar per il merendino l'hai trovato? Altrimenti ci sarà sempre un pugno di pasta in più nei nostri somap. Qua oggi sono tutii belli eleganti e profumati come sarebbe piaciuto a te, con bacine e bacine. sarai sempre con noi, alla grandissima. E tu Rossi... butta un occhio al tuo Alfredone e ricordati che il costo dei lecca è sempre 1 euro. Non te la prendere se cl vedi un pò secchi ma sono giorni un pò difficili. Continua a mettere  i tuoi bellissimi smalti perchè si, è carina Chiara Ferragni ma te lo sei molto di più. Cara Mary hai già acceso il minipimer? Che tinta hai scelto per i tuoi capelli? Funziona il computer? Lassù  sanno ballare o sono dei tronchi dilegno come noi? Ricordati che l'unica ballerina professionista sei tu, per noi rimarrai sempre pazzesca. Franci... promesso che per oggi niente ruggi, domani vediamo. Hai già sparso le tue cose in giro e invornito tutti con i tuoi gossip? Si sente la tua risata fino qui, ti promettiamo che andremo a correre. Se vuoi venire la strada la conosci già. Contagi tutti con la tua energia e lasciane un pò anche per noi. E tu Vale, tranquilla senza fretta. Venerdì sera post lavoro ci si vede da Gigi del Pepper. Parleremo della vita e di quanto sia faticosa perchè essere stanchi è uno stile divita. Tieni in riga le ragazze, sappiamo che possiamo come sempre contare su di te. Max non sappiamo da dove cominciare. Partiamo dalle cose più sobrie. Ti hanno accetato lassù con quei calzetti? E comunque anche quella tuta acetata... Hai scelto la parrucca bionda o mora? E' pronta la spianata? Ricordati, i ragazzi ti ameranno anche se ogni tanto ti dimentichi di andarli a prendere noi invece continueremo a dare a Ettore le stesse tue regole ferree, ovvero nessuna! Pirosky non potremo mai ringraziarti abbastanza  per tutto quello che cl hai dato, per tutto quello che cl hai insegnato e per i tuoi gin tonic che ci hai preparato. Romi... sappiamo benissimo che non ti stai riposando: il tuo telefono squilla mentre mandi una mail facendo pilates e pensando a nuovi progetti mentre risolvi i nostri problemi. Romina anche meno!!! Non sappiamo se tutto quello che abbiamo appena detto è stato capito dai presenti, magari fai te a loro due schemini... Siamo sicuri però che tu saresti fiera di queste parole perchè questo siamo noi, e questa è la nostra garnde forza e non avremmo mai voluto che fosse una tragedia a farlo capire al mondo. Siamo una piccola famiglia che fa grandi cose. E ora abbiamo sette motivi in più per farle con ancora  più forza. Vi amiamo. Punto".

Anche le famiglie del Centro21 hanno voluto lasciare un messaggio che esordice: “Non c’è amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici. Ci sembrano le uniche parole che possano descrivere pienamente la misteriosa chiamata in cielo dei nostri cari. Massimo e Romina non si sono mai risparmiati in questo, donando tutto di loro stessi: tempo, energie, pensieri, affetto, cuore e la vita stessa. Averli conosciuti e aver condiviso con loro la crescita dei nostri ragazzi è per noi un grande regalo e un grande onore. Ora ci è chiesta l’importante responsabilità di accompagnare lo sviluppo dei semi che loro hanno abbondantemente gettato e curato. Alfredo, Rossella, Maria, Francesca e Valentina sono per noi il segno più evidente che la vita è bella, ogni vita, così come ci è donata.
Questi nostri ragazzi hanno ormai aperto una strada: ci hanno fatto vedere che è possibile desiderare una vita piena, con una casa propria, un proprio lavoro, un rapporto di affetto profondo, amicizie importanti, interessi e divertimento. Non si sono accontentati: passo dopo passo, hanno costruito tutto questo insieme a chi li ha accompagnati E lo hanno fatto non solo per loro: è il loro contributo al mondo intero, è lo svolgersi di un compito che è stato loro affidato, perché la vita di tutti sia più buona, più vera, pienamente umana. Come famiglie del Centro 21, desideriamo dire a Massimo, Romina, Alfredo, Rossella, Francesca, Valentina e Maria il nostro grazie, chiedendo che dal cielo, dove ora sono per sempre insieme, ci accompagnino nella strada che dobbiamo
percorrere, e ci aspettino fino al giorno in cui potremo tutti riabbracciarci".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli educatori del Centro21: "Non avremmo mai voluto che fosse una tragedia a far capire al mondo la nostra forza"

RiminiToday è in caricamento