Escalation di furti d'auto, ma a Rimini ne vengono ritrovate tre su quattro

Se nelle regioni del Nord Italia sono le auto di grossa cilindrata ad essere prese di mira in modo più evidente, nel resto del paese il fenomeno si manifesta più trasversale interessando tutte le tipologie di vetture

Tra i reati contro il patrimonio dopo il furto in abitazione, quello della propria auto è certamente il più sentito dalla popolazione che, colpita trasversalmente da questo fenomeno, si sente ferita nell’intimità visto che l’auto, oggi non solo un mezzo di trasporto, tutela e difende come un contenitore protettivo dalla realtà esterna. Per questo il furto dei mezzi di locomozione può rappresentare un trauma per chi lo subisce.  Diverse solo tuttavia le tipologie di questo reato e anche le finalità dello stesso che mutano secondo le regioni italiane colpite.

Se nelle regioni del Nord Italia sono le auto di grossa cilindrata ad essere prese di mira in modo più evidente, nel resto del paese il fenomeno si manifesta più trasversale interessando tutte le tipologie di vetture con epiloghi diversi da regione a regione.

I rinvenimenti di auto, motocicli e ciclomotori rubati infatti variano in percentuale e, tra i più elevati si attestano quelli registrati in Emilia Romagna dove vengono rinvenute circa il 75% dei mezzi oggetto di furto, la Provincia di Rimini si attesta con un 77% dei rinvenimenti. Dati, quelli suindicati, positivi se si pensa che il solo parco auto circolante nella Provincia di Rimini è di oltre 200.000 autovetture possedute da circa il 61% della popolazione ma che, nel corso della stagione estiva vede una crescita esponenziale a causa dei autoveicoli in uso alla popolazione turistica che, per il 70% raggiunge questa Provincia con mezzo proprio.

Nel corso del 2013 sono stati denunciati all’Arma dei Carabinieri 214 furti di ciclomotori, 124 furti di motocicli e 313 furti di auto, 240 delle quali sono state poi rinvenute. Molti di questi sono stati intercettati nel corso dei controlli alla circolazione stradale ma nella maggior parte dei casi si tratta di furti finalizzati a brevi spostamenti o anche finalizzati alla commissione di altri delitti, in larga maggioranza altri reati contro il patrimonio; non è raro il caso in cui gli autori di un furto in abitazione, specie se commesso in ore notturne, utilizzino un’autovettura rubata per guadagnare la fuga in modo da poter abbandonare mezzo e la refurtiva nel caso in cui venissero intercettati o incappassero in una pattuglia delle forze dell’ordine.

Accade spesso perciò che l’autovettura o il motociclo rubato siano rinvenuti da una pattuglia nel corso del normale servizio perlustrativo poiché parcheggiati in maniera sospetta o perché fermi da lungo tempo.  Molte le segnalazioni che arrivano al numero d’emergenza 112 da parte dei cittadini più attenti che notano la presenza di veicoli insolitamente parcheggiati nelle adiacenze delle proprie abitazioni.  In questi casi la procedura di recupero prevede di limitare al massimo il danno patito dal proprietario. L’interessato viene solitamente rintracciato dalla Centrale Operativa dell’Arma e sul posto, salvo particolari casi in cui si reputi necessario procedere al sequestro, si provvede alla formale restituzione del mezzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento