“Topi” d’auto nella rete dei Carabinieri

"Topi" d'auto nella rete dei Carabinieri dell'Aliquota Operativa di Riccione. In manette sono finiti due marocchini, entrambi residenti a Sassuolo e nullafacenti, rispettivamente di 17 e 20 anni

“Topi” d’auto nella rete dei Carabinieri dell’Aliquota Operativa di Riccione. In manette sono finiti due marocchini, entrambi residenti a Sassuolo e nullafacenti, rispettivamente di 17 e 20 anni con l’accusa di furto aggravato in concorso. Nell’ambito di un servizio in abiti civili nei pressi del parcheggio di una nota discoteca, i militari hanno sorpreso i due giovani aggirarsi attorno alle auto con fare sospetto. Ad un certo punto hanno preso di mira una “Alfa Mito” di un pesarese di 21 anni.

Dall’abitacolo hanno portato via un portafogli con 20 euro, nonché alcuni capi di abbigliamento. Una volta bloccati è emerso che gli stessi avevano preso di mira una “Renault Megane” dalla quale hanno rubato un telefono cellulare, un navigatore gps, una macchina fotografica digitale ed alcuni capi di abbigliamento. La refurtiva, del valore complessivo di circa 2mila euro, è stata restituita ai legittimi proprietari. Il 17enne è stato associato al Centro di Prima Accoglienza di Bologna, mentre il 20enne nelle camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

Torna su
RiminiToday è in caricamento