rotate-mobile
Cronaca

Depredò Cocoricò e Altromondo Studios, condannato il ladro specializzato in attrezzatura da discoteche

Nei due locali il malvivente aveva rubato attrezzature da Dj per un valore di 50mila euro, durante l'interrogatorio aveva confessato un tentativo di furto anche al Peter Pan

E' stato condannato a un anno e 8 mesi il ladro specializzato in discoteche che, lo scorso anno, aveva depredato il Cocoricò e l'Altromondo Studios rubando attrezzature da Dj per un valore di 50mila euro. L'uomo, un 44enne di Venezia, era finito a processo con rito abbreviato difeso dall'avvocato Maria Valentina Cela mentre le società di gestione dei due locali notturni si erano costituite parte civile con gli avvocati Luca Greco e Sauro Muccioli. I colpi risalgono al 21 e del 23 giugno e del 4 luglio 2022, rispettivamente al Cocoricò, all’Altromondo e di nuovo al Cocoricò, Solo nella seconda incursione in ordine di tempo, quella nel locale da ballo riminese, in via Losanna, aveva sottratto lettori cd, mixer e altri dispositivi usati nella consolle del deejay per almeno 30mila euro. A fare la “conta dei danni” è stato proprio il proprietario (lo stesso dell’altra discoteca) che ha sporto denuncia ai carabinieri di Miramare. Nelle altre due occasioni, invece, il bottino è stato più “magro”: 12mila euro il 21 giugno e 8mila il 4 luglio. Un criminale altamente specializzato nel forzare l’ingresso e sgraffignare lettori cd, mixer e altri costosi apparecchi elettronici tanto che al momento della notifica della misura di custodia cautelare si trovava già in carcere, per altri furti commessi in Veneto.

A incastrare il ladro sono state le telecamere di sicurezza che lo hanno inquadrato armeggiare dentro alle discoteche (sempre chiuse in tutte le occasioni) e soprattutto parcheggiare l’automobile in prossimità del locale, e poi ritornarvi con enormi buste piene di oggetti. Il resto lo ha fatto il sistema Targa system, che lo ha ripreso mentre percorreva la statale e poi entrare in autostrada. Spostamenti certificati ogni volta dai tabulati telefonici, che raccontano le diverse celle radio base agganciate dal 44enne. La perquisizione effettuata in carcere dai carabinieri, coordinati dal pm Luca Bertuzzi, ha permesso inoltre di individuare gli stessi indumenti ripresi dalle telecamere mentre era intento a svaligiare le discoteche.

Le principali notizie

Banditi incappucciati svaligiano il centro scommesse

Federica Nargi e Alessandro Matri cercano casa a Riccione

Con gli aerei tornano i parcheggi selvaggi sull’Adriatica

Auto si ribalta “Quell’incrocio è maledetto”

Vip in vacanza per Pasqua in Riviera

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Depredò Cocoricò e Altromondo Studios, condannato il ladro specializzato in attrezzatura da discoteche

RiminiToday è in caricamento