Caccia ai predoni di rame, la Forestale denuncia 4 stranieri irregolari

Nell'ambito di una serie di controlli del territorio, sono state ispezionate le aree dell'ex vivaio Fabbri

Nell'ambito di una serie di controlli del territorio per individuare i predoni di rame, il personale del Corpo Forestale dello Stato ha ispezionato le aree dell'ex vivaio Fabbri e il parco XXV aprile. Gli agenti hanno così scoperto quattro stranieri extracomunitari, provenienti dall'Africa e dal Sud America, che si aggiravano con fare sospetto nell'area verde. Fermati per un controllo, è emerso che tutti erano clandestini sul territorio italiano e sono stati portati in Questura per ulteriori accertamenti. Sono in corso le pratiche per la loro espulsione anche se, due di essi, hanno chiesto di poter presentare la domanda di asilo politico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento