menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furti e droga, 5 arresti nel Riccionese

La Compagnia Carabinieri di Riccione non molla la morsa contro il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti e dei reati predatori

La Compagnia Carabinieri di Riccione non molla la morsa contro il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti e dei reati predatori. Si tratta infatti di problematiche che si acuiscono nel periodo estivo a causa dell’afflusso di numerosi turisti molti dei quali giovani con il solo intento di trovare lo “sballo” nella Riviera. Ed ecco che, in un tale contesto, proseguono i servizi in borghese presso le discoteche, la Stazione ferroviaria di Riccione nonché  nelle aree di maggiore degrado con ottimi risultati.

Infatti, nella nottata tra lunedì e martedì, la Compagnia di Riccione ha arrestato ben 5 persone per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti ed 1 per furto aggravato con denuncia a piede libero del complice minorenne. In particolare, i primi, napoletani trentenni, venivano colti nella flagranza di reato mentre spacciavano ad alcuni coetanei della sostanza stupefacente presso un noto locale di Riccione. Nel corso di tale servizio i Carabinieri notavano un giovane, poi identificato in D. S. G. che, aggirarsi tra gli avventori proponendo loro, insistentemente, l’acquisto di stupefacente del tipo “MDMA”. Pedinando il predetto, che si dirigeva anche all’interno della pista da ballo, gli operanti notavano che si avvicinava ad una coppia di giovani ai quali consegnava qualcosa che subito i ragazzi mettevano in tasca. A seguito di tale attività, lo spacciatore tornava presso i suoi amici per fumarsi, insieme a loro, una “canna”. Nel corso di tali operazioni si avvicinava al terzetto un’altra ragazza che iniziava a discutere con gli altri tre del “prezzo” di una dose.

Nel discorso, comprensibile solo in parte a causa del rumore della musica, gli operanti riuscivano ad udire che i quattro stavano discutendo del fatto che “quaranta euro per una dose erano troppi” e che “venti euro, invece, erano pochi”. Infine intervenivano i militari che, a seguito di perquisizione personale e locale presso la loro stanza in hotel, rinvenivano e sequestravano circa a D.S.G. gr.1,200 di hashish suddivisa in 4 pezzi e gr.0,700 di MDMA suddivisa in due dosi; ad A.P. complessivi gr.3,900 di MDMA suddivisi in 13 dosi; a M. G. e A. M., complessivi gr.2,800 di ketamina suddivisi in nr.7 dosi, gr.6,200 di MDMA suddivisi in 17 dosi e complessivi gr.34,900 di hashish suddivisi in 12 stecche.


I secondi, invece, diciottenne il primo e diciassettenne il secondo di Torino, venivano notati mentre, con una cesoia, rompevano il lucchetto di una bicicletta parcheggiata presso Viale D’Annunzio per poi dileguarsi a bordo della stessa. Fermati dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile, venivano identificati e portati presso gli uffici della caserma per le formalità di rito. Si addiveniva quindi all’arresto del maggiorenne e al deferimento in stato di libertà del minorenne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Le mascherine per proteggere la salute dei bambini

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento